Covid: Ascom Torino, commercio perde da 50% a 75% punte 90%

Coppa, "governanti scaricano su di noi la loro incapacità"

(ANSA) - TORINO, 18 GEN - Nel 2020 a causa delle restrizioni legate al Covid le imprese del commercio nella provincia di Torino hanno registrato crolli di fatturato fra il 50% e il 75%, con punte fino al 90% per i comparti viaggi, eventi e discoteche. I dati sono stati diffusi dall'Ascom oggi, in occasione del flash mob di protesta organizzato di fronte alla sede dell'associazione.
    "Diciamo basta - ha sottolineato la presidente Ascom, Maria Luisa Coppa - ai governanti che scaricano su di noi la loro incapacità. Il Governo ci deve dire cosa farà per la ripartenza, perché noi abbiamo alberghi e agenzie di viaggio con un fatturato crollato del 90%, guide turistiche con una caduta dell'80%, taxisti con le entrate dimezzate. E ancora, impianti sportivi e scuole private di lingua al -80%, estetisti al -60%, la vendita di accessori e gioielleria al -50%, benzinai al -45%.
    Gli ambulanti registrano cali del 60%, i rappresentanti del 50%, i servizi del 30%, le agenzie immobiliari del 10%".
    "Crescono solo - ha sottolineato - le farmacie (+25%), i prodotti per l'igiene (+20%), l'alimentare (+25% supermercati, +20% dettaglianti, +15% gastronomie e piccoli alimentari) e gli articoli elettronici (+10%). Tutto questo - ha osservato - a fronte del +80% fatto registrare dalle piattaforme dell'e-commerce". (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030



      Modifica consenso Cookie