Professioni 'associative', +33% dal 2009

Osservatorio Cna, 325.172 iscritti a Gestione separata Inps

(ANSA) - ROMA, 23 MAG - La crisi economica ha favorito la 'escalation' dei professionisti 'associativi' (lavoratori autonomi non iscritti ad Ordini e Collegi): fra il 2009 ed il 2016, infatti, sono cresciuti di 80.428 unità (+32,9%). E, nel complesso, ammontano a 325.172 gli iscritti alla Gestione separata dell'Inps, i cui dati risalgono, però, al 2015. Lo rivela il terzo rapporto annuale sulle professioni non ordinistiche dell'Osservatorio nazionale sulle professioni della Cna (Confederazione nazionale dell'artigianato e della Piccola e media imprese), presentato stamani, a Roma. Il 'boom' dei 'non ordinistici', si legge nel dossier, potrebbe avere dimensioni ancora più consistenti, se venissero annoverati pure i lavoratori "esclusivi, concorrenti e collaboratori concorrenti": così, "la platea si allargherebbe a circa 786.000" soggetti, pari al "3,5% dell'intera forza lavoro italiana". E' anche grazie a questa mole di professionisti che nell'Unione europea la nostra Penisola "continua a primeggiare nell'occupazione indipendente (con 4,72 milioni di lavoratori tra i 15 e i 64 anni), davanti a Regno Unito (4,29 milioni) e Germania (3,82 milioni)", mentre per peso dell'occupazione indipendente sull'occupazione totale "il nostro Paese è secondo (con il 21,1%) dietro alla Grecia (29,2%) e davanti alla Polonia (17,6%)".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai al sito: ANSA Professioni

Modifica consenso Cookie