Unioncamere Puglia fotografa economia prima del Coronavirus

Iniziativa 'Sismografo' proseguirà con analisi impatto Covid

(ANSA) - BARI, 31 MAR - Unioncamere Puglia analizza l'economia regionale prima dell'arrivo della pandemia, confrontando i numeri di oggi con quelli del 2014, anno in cui c'è stata una ripartenza dopo la crisi. Nella seconda metà del 2020, invece, sarà studiato l'impatto del Coronavirus sul primo semestre dell'anno in corso. L'iniziativa si chiama 'Sismografo-l'economia pugliese ai tempi del Covid-19', e si concentra sulle filiere del turismo, food, commercio, meccanica, costruzioni, legno arredo, moda. Partendo dal turismo, lo studio evidenzia che sono 26.045 le imprese pugliesi che operano nel Turismo a fine 2019, di cui 22.118 nei servizi di ristorazione e 3.927 in quelli di alloggio. Rispetto al 2014 si contano 1.879 imprese in più nella ristorazione e 1.683 nell'alloggio (+15,84% il confronto fra gli stock). Nel settore operano 110.804 addetti, 93.827 nella ristorazione e 16.977 nell'alloggio. Nel 2019 si contano 31.168 addetti in più nella ristorazione e 5.454 nei servizi di alloggio, con un incremento del 39,14% rispetto alla fotografia del 2014. In ogni impresa del settore mediamente operano 4,25 dipendenti, in linea con la tendenza nazionale.
    "Si è voluta scattare una foto dell'economia pugliese prima del meteorite Covid - spiega Alfredo Prete, presidente di Unioncamere Puglia - e dunque al 31 dicembre del 2019, ultimi dati disponibili. E li confrontiamo con quelli del 2014, che abbiamo assunto come anno di benchmark della crisi 2007-13, dati che ci aiutano a raccontare come siamo ripartiti, prima della pandemia. Nella seconda metà del 2020 studieremo invece l'impatto del Covid sul primo semestre dell'anno, assumendo come termine di paragone il corrispondente semestre del 2019 e osservando natimortalità e influenza sulla forza lavoro. Si tratta di studi scientifici, rapidi e di facile lettura che riguardano imprese, dipendenti, bilanci, export, radicamento territoriale e tanto altro". Giovedì 2 aprile sarà la volta del Food (agricoltura e industria di trasformazione alimentare).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai al sito: ANSA Professioni

Modifica consenso Cookie