PMI

  1. ANSA.it
  2. Pianeta Camere (di commercio)
  3. Unioncamere Calabria, incentivi Mise per start up e imprese

Unioncamere Calabria, incentivi Mise per start up e imprese

Tramontana: tecnologie digitali per aumentare competitività

(ANSA) - CATANZARO, 30 NOV - "Gli incentivi del Ministero dello Sviluppo Economico per favorire la trasformazione digitale e l'economia circolare nelle imprese calabresi" è stato il tema dell'incontro promosso e organizzato da Unioncamere Calabria, in qualità di partner della rete Enterprise Europe Network e dal Ministero dello Sviluppo Economico, Direzione Generale per le Attività Territoriali - Ispettorato Territoriale Calabria per presentare le misure agevolative ministeriali a favore delle start up e delle imprese calabresi.
    "Il webinar ha registrato oltre 170 iscritti - è detto in una nota di Unioncamere Calabria - i profili dei partecipanti sono riconducibili prevalentemente a imprese e professionisti che hanno avuto l'opportunità di sottoporre i propri quesiti, per ciascun intervento agevolativo, attraverso l'apposita sessione di Q&A. Come da programma, i saluti istituzionali introduttivi sono stati affidati ad Antonino Tramontana, presidente Unioncamere Calabria ed a Giulio Mario Donato, firigente Mise/Segretariato generale e Direttore Ispettorato Territoriale per la Calabria. Ha moderato i lavori Giovambattista Nicoletti, D.G.A.T. - Ispettorato Territoriale per la Calabria. Gli interventi tecnici sono stati illustrati dai rappresentanti di Invitalia, Ciro Colangelo, Edoardo Marrelli, Pier Paolo Berrettoni e Maurizio Gambardella mentre per conto di Infratel ha relazionato Valerio Cristoforo.
    "L'incontro odierno - ha sostenuto il presidenteTramontana - realizzato nell'ambito del protocollo d'intesa sottoscritto da Mise e Unioncamere Calabria è finalizzato a presentare misure e interventi agevolativi a favore di imprese e start up. Nel corso della sessione formativa si tratterà di economia circolare e trasformazione digitale, tematiche già attenzionate da tutto il sistema camerale. Se l'economia circolare rappresenta da un lato un modello di consumo attento al riutilizzo ed al riciclo di prodotti esistenti, la trasformazione digitale costituisce dall'altro la direzione obbligata per imprese sempre più innovative. Un imprenditore attento - ha detto ancora - non può che spingere la propria impresa verso le tecnologie digitali rendendola sempre più competitiva sui mercati globali. Ringrazio il Mise nella persona del dirigente Donato per la vicinanza alle imprese calabresi che operano in un tessuto economico fragile." "Secondo i dati Istat - ha sostenuto Donato - a causa della pandemia, una porzione significativa del sistema produttivo nazionale è a rischio strutturale e al contrario solo l'11% delle imprese risulta solido e sarebbe interessato in misura solo marginale dalla crisi. In questo scenario si inserisce in maniera dirompente il tema della digitalizzazione per quanto alla filiera produttiva interna, alla commercializzazione dei prodotti, all'organizzazione del lavoro. In questa direzione, lo strumento messo a punto dall'UE è il piano delle riforme previsto dal Pnrr che punta, tra l'altro, all'innovazione e alla digitalizzazione. L'Italia dedicherà oltre 40 mld di investimenti per la trasformazione e le competenze digitali - ha sostenuto ancora Donato - ricorda Donato - la sfida che ci attende è vitale, ogni crisi porta con sé delle nuove opportunità , senza pandemia non avremmo avuto tali ingenti risorse. Le Pmi stanno dimostrando resilienza e capacità di adattamento e lo sviluppo economico non può prescindere dal sostegno al rinnovamento tecnologico, la modernizzazione dei processi produttivi favorisce l'affermazione delle imprese sul mercato ed è importante offrire supporto alla piccole medie e micro imprese in termini di accessibilità e digitalizzazione." (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai al sito: ANSA Professioni

Modifica consenso Cookie