COMUNICATO STAMPA - Responsabilità editoriale SEO Cube S.r.l.

Negoziare durante la recessione mondiale: attenzione e strategia

La pandemia di Coronavirus che ha caratterizzato questi mesi ha sicuramente rivoluzionato l'intero mondo, causando una grande emergenza sanitaria ed economica, con particolare rilievo in determinati Paesi, Italia compresa, tra i più colpiti al mondo. Grave situazione che ha portato anche a una forte destabilizzazione dei mercati finanziari, con i quali spesso si opera tramite il trading online.

In questo periodo, tutti i mercati sono molto instabili, possono aumentare all'improvviso così come scendere di grandi percentuali. Un esempio è la famosissima criptovaluta bitcoin, che lo scorso marzo è scesa fino a 4.000 dollari, nel periodo più duro della pandemia, per poi risalire attualmente sui 9.000 dollari, ben oltre il 50% in due mesi.

Sono variazioni che non avvengono mai in periodi normali, al di fuori di situazioni finanziarie particolari.
Ci si trova, quindi, davanti a una vera crisi mondiale della finanza o in una situazione non così grave e passeggera?

Crisi mondiale o crisi di passaggio?

La domanda che molti si pongono è se il periodo caratterizzato dal Covid-19 ha causato una crisi mondiale dei mercati o solo una crisi di passaggio. Ecco come fare a riconoscere la tipologia di crisi:

  • - se i mercati si muovono in modo estremamente irreale, con una grande volatilità, e ciò dura per diversi giorni, significa che si sta verificando una grave crisi finanziaria ed è necessario rivalutare le proprie strategie in ottica di tutte le conseguenze che ciò apporta;
     
  • - il secondo metodo per riconoscere la crisi non è una questione matematica e di quotazione, bensì emotiva, in base al parere generale delle persone. Se tutti i propri conoscenti o esperti del trading sono molto preoccupati per la situazione, hanno paura dei propri investimenti e di farne di nuovi, significa che la crisi è più profonda e pericolosa del dovuto, non passeggera e senza peso.

 

Il trading forex durante una crisi mondiale

Una delle strategie di trading online più redditizie, ma anche tra le più pericolose da svolgere durante una crisi mondiale, è il trading forex, che consiste nello scambiare per breve o lungo tempo una valuta in un'altra, sfruttando l'oscillazione di prezzi per ottenere un guadagno. Per esempio, acquistare la coppia euro/sterlina significa cercare di trarre guadagno dalla differenza di quotazione tra le due valute nel tempo.

Appare evidente come sfruttare il periodo di crisi, dove le oscillazioni in rialzo o ribasso sono molto frequenti, possa essere un'ottima fonte di guadagno, con scelte giuste e ponderate.
Altri vantaggi del Forex, che lo rendono ideale per tale situazione, è l'elevata liquidità giornaliera, fino a 5.000 miliardi al giorno, la semplicità di monitorare tutte le valute e vedere rapidamente possibili grandi oscillazioni, e infine i costi di transizione molto bassi, che permettono di operare anche in più compravendite contemporaneamente.

Come fare trading in un periodo di crisi mondiale

Se si vuole operare in questa situazione nel mondo del trading online, è consigliato seguire alcune regole universali per avere degli interessanti profitti o per non perdere tutti gli investimenti fatti in precedenza. Ecco i principali aspetti da seguire:

  • - in queste situazioni, è molto usuale trovare dei ribassamenti di quotazione anche del 50%, aspetto da tenere sempre in considerazione;
     
  • - durante una crisi mondiale, shortare i mercati azionari può essere una soluzione molto vantaggiosa;
     
  • - le prime settimane, se non giorni, dall'inizio della crisi, sono quelli dove si notano le maggiori oscillazioni e pertanto conviene agire subito per cercare di trarne un interessante profitto;
     
  • - non è consigliato aprire grandi posizioni, anche se potrebbe essere molto vantaggioso. La regola afferma di mantenere sempre posizioni short, ovvero ridotte temporalmente;
     
  • - non bisogna dare troppa importanza alla quantità di supporto e resistenza, anche nel trading Forex, nonostante la buona liquidità giornaliera;
     
  • - non bisogna abbandonare uno scambio di valute troppo presto, pensando a un guadagno immediato. Il consiglio è quello di porsi obiettivi a lungo termine, anche di mesi, per cercare un profitto molto più consistente;
     
  • - non è necessario scambiare tutto. Scegliere un'unica valuta o mercato azionario è la soluzione migliore per concentrare tutta la propria analisi e attenzione sulle sue oscillazioni. Al massimo, è possibile operare con una coppia Forex e un mercato finanziario in contemporanea;
     
  • - infine, la regola principale da seguire è quella di non esagerare con le operazioni e mantenere sempre il controllo, anche quando le cose non sembrano andare per il verso giusto. Inoltre, non lasciarsi condizionare dalle persone è un altro aspetto da seguire, in quanto spesso le persone possono entrare in panico quando sono in perdita e provano ad influenzare altri conoscenti per cercare un supporto morale, peggiorando solo la situazione.

 

Cosa scambiare durante la crisi mondiale?

Per concludere, un aspetto molto importante è cosa scambiare nello specifico durante un periodo di crisi mondiale. Il trading Forex con le valute è sicuramente una strategia molto interessante ma anche rischiosa. Non è l'unica risorsa da negoziare, però, durante la recessione mondiale:

  • investire sulla quotazione del petrolio è un aspetto molto interessante e consigliato durante la crisi mondiale, specialmente quando la richiesta in tutto il mondo è in grande diminuzione;
     
  • - i metalli preziosi come l'oro e l'argento possono avere dei mercati altamente volatili, con grandi abbassamenti o rialzamenti del valore improvvisi, pertanto operare su questi mercati è interessante, anche se non è facile e richiede delle conoscenze preliminari;
     
  • - i principali indici di borsa, quali lo S&P 500, DAX o il Nikkei 225, sono ideali da acquistare durante la crisi mondiale in posizione short, per poi acquistarli in posizione long quando questo periodo di difficoltà finanziaria sta per terminare.

Video Economia



Vai al sito: Who's Who

Modifica consenso Cookie