• "I Love InForma", a Roma gli esperti del settore nutrizionale a confronto sulla dieta chetogenica
COMUNICATO STAMPA - Responsabilità editoriale Pagine Sì! SpA

"I Love InForma", a Roma gli esperti del settore nutrizionale a confronto sulla dieta chetogenica

Pagine Sì! SpA

Si è tenuto a Roma il primo evento nazionale del Centro di Nutrizione InForma, progetto nato dallidea della naturopata Cinzia Catozzi che ha finora coinvolto oltre 15000 persone in tutta Italia. I Love InForma” è stata loccasione per riunire medici, nutrizionisti, ricercatori ed esperti dellalimentazione, insieme alle testimonianze di alcuni pazienti, per discutere sulla dieta chetogenica, sempre più diffusa nel campo del dimagrimento. Il Dott. Marco Medeot, ricercatore ed esperto di nutrizione e alimenti chetogenici, ha sfatato alcuni miti sulla dieta chetogenica, terapia normoproteica nata negli anni 20 per la cura dellepilessia. Nel corso degli anni è stata utilizzata nellambito di diverse patologie, oggi nel campo alimentare per dimagrire”.

Come spiegato dal ricercatore, leliminazione temporanea dei carboidrati e lassimilazione di una quantità specifica di proteine, genera lattivazione del processo di chetosi, che porta il corpo ad intaccare la massa grassa per produrre energia. Linnovazione del progetto di Cinzia Catozzi sta nellaver ideato un sistema che permette di seguire i pazienti a distanza, costantemente controllati dalle nutrizioniste del Centro. Grazie ai social, il Metodo InForma ha avuto una diffusione straordinaria e, soprattutto, ha permesso di sviluppare un concetto di comunità che aiuta i singoli pazienti al superamento delle difficoltà del dimagrimento. Ogni persona ha un suo vissuto — afferma Cinzia Catozzi — ma con limpegno e il supporto del gruppo i risultati arrivano nel breve periodo, con lassistenza dei professionisti del Centro”. La Dott.ssa Noemi Carletti, Biologa Nutrizionista responsabile del team nutrizionale del progetto InForma, ha spiegato come la dieta chetogenica sia adatta a tutti, tranne rari casi, e in particolare per chi soffre di obesità e per chi, negli anni, ha provato altre formule per il dimagrimento ma senza successo”. A riprova delle parole della nutrizionista, la testimonianza di M. P., paziente che grazie al Metodo InForma ha evitato la chirurgia bariatrica, perdendo oltre 50 chili in 1 anno in modo totalmente naturale.

La Dott.ssa Amelia Di Giusto, esperta di nutrizione, è intervenuta nel corso dellevento romano sottolineando la connessione tra le abitudini quotidiane e lalimentazione. Molte persone pensano che la dieta sia una limitazione alla propria libertà, quando in realtà la limitazione alla propria libertà risiede dentro ciascun soggetto, che si comporta seguendo lo stesso schema limitante per tutta la vita”. Sulla stessa linea il Dott. Pietro Concerto, studioso della psicologia della dipendenza dal cibo: Lelemento nutrizionale legato allatteggiamento più coerente è quello di dar valore al cibo così come noi dovremmo dare valore a noi stessi. In questo modo assumiamo una consapevolezza diversa che porta a gestire il cibo dal punto di vista nutrizionale in modo sano e bilanciato”. Sul fronte degli integratori alimentari ha parlato il Dott. Leonardo Scanzano. Gli integratori possono apportare nutrienti che non sintetizziamo e sono molto utili allinterno di unalimentazione sana ed equilibrata, insieme ad uno stile di vita attivo”.

Un evento che ha offerto ai partecipanti in sala e alle persone collegate in diretta al gruppo Facebook Dimagrire col Metodo InForma” una nuova consapevolezza per affrontare il problema del sovrappeso e per mantenere il peso raggiunto.

Per chi volesse approfondire e rivedere alcuni passaggi del convegno può consultare il sito www.metodoinforma.com

Guarda il Video

Archiviato in


Modifica consenso Cookie