COMUNICATO STAMPA - Responsabilità editoriale ANCI Puglia

Bitonto: Da domani (26 maggio) ritorna il mercato settimanale di merci varie a Bitonto

Linee guida concordate tra Comune e commercianti, valide anche per i mercati nelle frazioni

ANCI Puglia

 Domani 26 maggio ritorna il mercato settimanale di merci varie a Bitonto. Dopo la lunga interruzione imposta dalle misure di contenimento dell’epidemia da Covid-19 della Fase 1, i commercianti riprendono le attività, garantendo la sicurezza di operatori e cittadini con l’applicazione delle linee guida concordate con il Comune, che saranno valide anche per i mercati settimanali nelle frazioni di Palombaio e Mariotto.

Nel Piano di sicurezza, predisposto dalla sezione annonaria della Polizia locale e illustrato alle organizzazioni di categoria negli incontri del 12 e 15 maggio dall’assessore alle attività produttive Marianna Legista e dal consigliere comunale delegato al commercio Lillino Avellis, sono contenute una serie di misure, che tutti dovranno rispettare per contenere i rischi di contagio.

Il piano prevede il collocamento dei posteggi su piazza Unità d'Italia e su tutta via Berlinguer con prolungamento sino all'intersezione con via Ugo La Malfa. In questo modo l’intera area mercatale viene perimetrata così da poter attuare misure di controllo e contingentamento degli accessi in caso di sovraffollamento.

Le bancarelle saranno affiancate l'una all'altra, ma separate da pannelli laterali per garantire la protezione all'interno dei singoli posteggi.

Al mercato potranno partecipare i soli titolari di autorizzazione di tipo "A" con esclusione, per problemi di spazio, di posteggi aggiuntivi e dei cosiddetti “spuntisti”, che solitamente occupano posteggi resisi vacanti in seguito a cessazione di attività.

Sono tre i varchi lungo il perimetro dell’area: potranno essere utilizzati tutti per uscire dall’area mercatale, mentre per l’ingresso il varco è unico, in modo da poter impedire l’accesso al mercato in caso di sovraffollamento e adottare le misure di contingentamento previste dalle Linee guida nazionali e regionali.

Una volta raggiunta la propria postazione ogni commerciante dovrà tracciare a terra dinanzi al banco di vendita spazi per gli acquirenti che dovranno essere distanti almeno 1 metro l’uno dall’altro.

I clienti potranno accedere al mercato (obbligatorio indossare mascherina e guanti) a partire dalle ore 8 e comunque non prima che tutte le bancarelle siano sistemate: si entrerà dall’unico ingresso che si trova su via Berlinguer all’intersezione con via La Malfa. Si potrà procedere, mantenendo sempre una distanza interpersonale di almeno 1 metro, in un solo senso di marcia in direzione di via Ricapito, lungo due corsie: la prima, più vicina alle bancarelle, riservata alla visione dei prodotti esposti, la seconda, più esterna, per lo scorrimento veloce. Non sarà possibile, quindi, tornare indietro lungo le due corsie, ma solo utilizzando il marciapiede adiacente alla corsia esterna, destinato anche alla sosta, nel rispetto della distanza di sicurezza, dei clienti in attesa in caso di posti occupati dinanzi alla bancarella.

La merce esposta dovrà essere protetta da custodie in plastica trasparente; i clienti non potranno toccarla e per visionarla, in caso di intenzione di acquisto, dovranno indossare i guanti monouso forniti dal commerciante.

I commercianti dovranno, inoltre, far rispettare le distanze di sicurezza tra i clienti dinanzi alla bancarella e nella zona di attesa; indossare mascherina e guanti; mettere a disposizione guanti per i clienti che ne fossero sprovvisti e soluzioni idralcoliche per l’igiene delle mani e del Pos per i pagamenti (strumento da preferire per le transazioni commerciali).

Al termine della giornata di mercato avranno, poi, cura di lasciare pulito il posteggio da materiali e rifiuti, ricordando di smaltire mascherine e guanti nell’indifferenziato.

“La ripresa dei mercati settimanali - dichiara l’assessore Marianna Legista è un segnale importante e pone fine ad una lunga attesa. Confido nel generale rispetto delle regole che ci siamo dati, per garantire il ritorno in tutta sicurezza ad una nuova normalità per un appuntamento che ha indubbi risvolti economici e sociali per le nostre comunità”.

Archiviato in


Modifica consenso Cookie