Press Release

  • CRV - Rinnovata Convezione quadro tra Regione Veneto, Università di Padova e Ulss 2 Marca Trevigiana
COMUNICATO STAMPA - Responsabilità editoriale CONSIGLIO REGIONALE VENETO

CRV - Rinnovata Convezione quadro tra Regione Veneto, Università di Padova e Ulss 2 Marca Trevigiana

Oggi, in Consiglio regionale. Collaborazione su assistenza, formazione, didattica, ricerca biomedica e sanitaria

CONSIGLIO REGIONALE VENETO

CRV - Rinnovata la Convezione quadro in ambito sanitario tra Regione del Veneto, Università di Padova e Ulss 2 ‘Marca Trevigiana’

(Arv) Venezia 7 set. 2021 - L’Assemblea legislativa regionale, nel corso della seduta odierna, ha approvato all’unanimità - confermando l’esito dei lavori della Quinta commissione consiliare - la Proposta di Deliberazione Amministrativa n. 17 relativa al rinnovo fino al 31 dicembre 2025 della convenzione tra la Regione del Veneto, l’Università degli Studi di Padova e L’Azienda Ulss n. 2 ‘Marca Trevigiana’ finalizzata a una collaborazione negli ambiti delle attività di assistenza, formazione e didattica, e ricerca biomedica e sanitaria. Tale collaborazione trae fondamento dalla sottoscrizione, nel 1992, di una convenzione tra l’ateneo patavino e l’Ulss della Marca finalizzata allo svolgimento della didattica integrativa di quella universitaria, in attuazione di un ulteriore e precedente accordo la Regione del Veneto e l'Università in forza del quale, tra l'altro, erano state individuate alcune strutture complesse a direzione universitaria anche presso l'Azienda: in virtù di tale convenzione, personale universitario docente e tecnico-amministrativo è presente da tempo presso l'Azienda ULSS 2 ed opera in regime dì convenzione con il Servizio Sanitario Regionale; la programmazione socio-sanitaria regionale, nel corso degli anni e a tutt'oggi, in accordo con l'Università e con l'Ulss, ha previsto che alcune strutture complesse dell'Azienda fossero a direzione universitaria e quindi abilitate alla formazione e specializzazione di nuovi medici: Medicina generale 1, Chirurgia generale 2, Otorinolaringoiatria, Chirurgia pediatrica, Anatomia patologica, nonché Foniatria e audiologia. Il provvedimento può rappresentare un passaggio funzionale a portare nel capoluogo della Marca l’intero percorso del corso di laurea in Medicina e Chirurgia e fornire una risposta concreta al problema della carenza di medici nel territorio regionale.

COMUNICATO STAMPA - Responsabilità editoriale CONSIGLIO REGIONALE VENETO

Modifica consenso Cookie