Al Bif&st storia di una donna tra musica e affetti

In anteprima a Bari il film 'The audition' di Ina Weisse

(ANSA) - BARI, 29 AGO - "Racconto una donna divisa interiormente, che lotta con se stessa, che cade e si rialza, descrivendo le diverse prospettive di questa battaglia". Così la regista tedesca Ina Weisse descrive il suo ultimo lavoro, il film "The audition" proiettato tra le anteprime internazionali del Bif&st, il Bari international film festival.
    Una sorta di dramma interiore che si esplicita nei rapporti difficili con gli altri personaggi del film, il figlio, l'allievo, il marito, l'amante, il padre e che riecheggia per l'intera storia nelle note della musica di Bach. Anna Bronsky, la protagonista interpretata da Nina Hoss, è un'insegnante di violino in un liceo musicale a Berlino. Contro il parere di alcuni colleghi, impone l'ammissione di uno studente, Alexander, di cui percepisce un notevole talento. Con grande dedizione lo prepara per l'esame di fine anno, trascurando la sua famiglia, il figlio Jonas di 10 anni, che mette in competizione con il nuovo studente, e il marito Philippe, liutaio francese. Nell'epilogo della storia, nelle scelte che alcuni dei personaggi fanno al culmine di questo intreccio inquieto di rapporti umani, c'è la chiave del racconto.
    "Per me era importante raccontare anche il tema dell'educazione dei bambini che sono l'anello più debole nella nostra società, ma anche la difficoltà dei rapporti familiari e come nasce la violenza" ha spiegato la regista, presentando il film al Bif&st prima della proiezione in anteprima. (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere



      Modifica consenso Cookie