Mafia: picchiato padre di un 'pentito' a Bari

Ha lesioni al volto e al torace. Il figlio era luogotenente boss

(ANSA) - BARI, 27 NOV - Il padre di un collaboratore di giustizia barese è stato picchiato oggi da tre uomini incappucciati ed è finito in ospedale con lesioni al volto e al torace.
    Nell'aggressione, compiuta per strada e subito segnalata alla Dda di Bari, è rimasto ferito il 59enne Beniamino Milella, padre di Domenico, ex uomo di spicco del clan Palermiti del quartiere Japigia. La vittima del pestaggio ha precedenti per armi e un processo pendente per associazione per delinquere finalizzata al traffico di droga che si discuterà a dicembre. Suo figlio, noto in città con il soprannome di "Mimm u gnor", è stato per anni il braccio destro del boss Eurgenio Palermiti fino a quando, nel febbraio scorso, ha deciso di pentirsi rivelando dettagli delle attività illecite della mafia barese che stanno portando a numerosi arresti.
    Gli inquirenti non escludono che l'aggressione subita dal padre, rimasto a Bari per scelta dopo il pentimento di Domenico Milella, sia collegata alla decisione del figlio. Sul luogo del pestaggio sono intervenuti il 118 che ha portato il ferito in ospedale per essere medicato e la Polizia. (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie