Giornalisti: cassa integrazione al 40% a Tiscali news

Decisione azienda sino al 5 giugno per effetto crisi covid

La redazione di Tiscali News sarà in cassa integrazione al 40% dal 6 aprile al 5 giugno per effetto della crisi legata all'emergenza Covid 19 che ha colpito anche il settore dell'editoria. Lo fa sapere il comitato di redazione della testata, manifestando in un comunicato tutte le sue perplessità anche in considerazione del fatto che in altri settori dell'azienda la cig sarà ridotta al 20%.

Una situazione che, spiega il cdr, "si aggiunge ai sei part-time già in essere su 12 giornalisti che si trovano così a pagare pesantemente questa fase critica". Le ore di lavoro si riducono ulteriormente - continuano i rappresentanti dei giornalisti - a fronte di un'attività che di recente è stata compensata da un nuovo incremento record di lettori/visitatori unici: 7.207.641 nel mese di marzo.

"Ma secondo l'azienda - spiega il cdr - resta la criticità dei ricavi in calo, dovuta a una diminuzione delle vendite (fatte salve quelle online) degli incassi delle bollette e della pubblicità sul portale". La cassa integrazione interessa finora 260 lavoratori di Tiscali su 502 congiuntamente ai giornalisti. Il cdr assicura l'impegno "per una informazione verificata, puntuale, rigorosa, approfondita che è anche un presidio fondamentale contro il diffondersi di fake news, tanto più in tempi di pandemia da Covid-19". Avverte però che "farlo con orario ridotto non sarà affatto facile".
   

    RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

    Video ANSA


    Vai al Canale: ANSA2030
    Vai alla rubrica: Pianeta Camere



    Modifica consenso Cookie