Musica e danza in arena per ritorno del pubblico al Lirico

Cagliari, su il sipario all'aperto per 12 spettacoli estivi

(ANSA) - CAGLIARI, 03 LUG - Con "Classicalparco" si inaugura a Cagliari l'arena del Parco della musica. Dieci concerti dal 17 luglio al 14 agosto, tutti alle 21, nel nuovo scenario architettonico di piazza Nazzai, tra il Lirico e il Conservatorio, e un doppio appuntamento con il Coro diretto da Donato Sivo per un programma 'americano' all'interno del Teatro.
    "Dopo la lunga pausa per l'emergenza Covid e i concerti in streaming, finalmente - ha detto il sovrintendente Nicola Colabianchi durante la presentazione del cartellone - possiamo di nuovo accogliere il nostro pubblico dal vivo e in tutta sicurezza. Offriamo una bella programmazione estiva che spazia da pagine liriche e sinfonico-corali a un gala di danza".
    Protagonisti Orchestra e Coro del Lirico e direttori italiani di grande valore, alcuni di fama internazionale e già noti al pubblico cagliaritano. "Classicalparco" segna anche il debutto a Cagliari del giovane ma già affermato maestro tarantino Domenico Longo. La nuova arena sarà collaudata in formato ridotto con una platea di circa 500 posti su una capienza a pieno regime di quasi 2000. "Uno spazio importante aperto alla città - ha sottolineato il vicesindaco Giorgio Angius - che potrà ospitare, compatibilmente con l'attività del Lirico, anche altri eventi di grande rilevanza. l bandi per le richieste delle associazioni interessate a sfruttare questo nuovo spazio, partiranno a breve", ha annunciato.
    Il progetto dell'arena è stato realizzato con 800 mila euro di fondi regionali e seguito dal Comune. L' allestimento prevede la presenza sul palco del Coro, distanziato da cabine in plexiglass, e dei danzatori, coppie nella vita e nella danza, impegnati in assoli e pas de deux. "Per l'Orchestra - ha spiegato Colabianchi - sperimenteremo invece una nuova disposizione con distanze maggiori, che impone l'uso dell'amplificazione". Ci saranno poi tre gazebo per il controllo temperatura e l'igienizzazione delle mani. "Non era pensabile - ha chiarito il sovrintendente - mettere in scena le opere liriche, ma contiamo di riproporre tra la fine del 2020 e nel 2021 titoli amatissimi come 'West Side Story' e 'Bohème'".
    (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030



        Modifica consenso Cookie