Regione, 26 mln a aziende che assumono

Solinas, abbattere costo lavoro per favorire occupazione

"Abbattere il costo del lavoro per le imprese rende più competitive le aziende sarde e incentiva l'occupazione. Il nostro impegno a favore del mondo produttivo si traduce quindi in azioni concrete e vantaggi sostanziali per l'economia della Sardegna". Così il presidente della Regione, Christian Solinas, commentando la pubblicazione dell'avviso "T.V.B. Bonus Occupazionali" dell'Assessorato del Lavoro, che con una procedura "a sportello" consente l'erogazione di un incentivo economico a favore delle imprese che assumono giovani, donne e disoccupati per svolgere una attività lavorativa in Sardegna, nonché per la trasformazione del contratto da tempo determinato a quello indeterminato.

L'intervento - finanziato con circa 26 milioni di euro di fondi FSE per il triennio 2020/2022 - è destinato alle imprese private con almeno una unità produttiva o sede operativa in Sardegna che abbiano assunto o assumano giovani under 35, donne o disoccupati over 35 e disabili, con contratti a tempo determinato per 12 mesi o a tempo indeterminato.

"Le imprese sarde - sottolinea l'assessora del Lavoro Alessandra Zedda - vivono spesso una condizione di svantaggio che non consente loro di assumere il personale o prolungare i contratti per l'insostenibile costo del lavoro. Il nostro sostegno, che verrà erogato senza inutili passaggi burocratici, permetterà alle aziende di abbattere il costo del lavoro fino al 50% (per contratti a tempo indeterminato e in presenza di sgravi previdenziali) e per una durata massima fino a 24 mesi". Le imprese in possesso dei requisiti potranno accedere ai benefici attraverso la sottoscrizione della domanda nella piattaforma SIL Sardegna nel sito www.sardegnalavoro.it.
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie