Crisi porto Cagliari, scalo sul mercato

Pubblicato bando internazionale, 2mln annui per massimo 50 anni

Il Porto canale di Cagliari è ufficialmente sul mercato. Oggi sulle Gazzette italiana ed europea, sul sito dell'Autorità di sistema portuale del Mare di Sardegna, sui quotidiani nazionali e internazionali, è stato pubblicato l'avviso pubblico per la nuova concessione dello scalo, una 'call' per un importo annuale pari a 2,1 milioni di euro per un massimo di 50 anni non rinnovabili automaticamente. Al canone poi va aggiunta una parte variabile calcolata a seconda dei volumi di traffico che il nuovo gestore registrerà. Lo scopo è quello di dare in gestione, per la movimentazione del traffico di container, l'intero compendio costituito da 1.600 metri di banchina, con un fondale di 16 metri, e quasi 400 mila metri quadri di piazzale.

A dare l'annuncio il presidente dell'Authority portuale, Massimo Deiana, davanti a tantissimi lavoratori preoccupati per la loro sorte, legata al rilancio dello scalo: per fronteggiare la crisi tutti sono in cassa integrazione sino a ottobre 2020. "Gli interessati devono rompere gli indugi e fare un'offerta - incalza Deiana - Crediamo nel rilancio del traffico merci del Porto canale di Cagliari, un compendio che non ha tanti eguali nel Mediterraneo". Nel bando sono stati evidenziati tutti gli elementi che possono rendere più appetibile l'offerta. "I punti di forza per la nuova gestione saranno il collegamento alla Zona economica speciale e la Zona Franca doganale", spiegato il presidente dell'Autorità portuale. La domanda di concessione dovrà arrivare entro il 28 febbraio prossimo e sarà pubblicata per 60 giorni.

Il bando prevede precisi criteri di valutazione che si basano su una scala di 100 punti: 35 per il piano operativo e organizzativo; 35 per il piano degli investimenti; 25 riguarderanno il piano occupazionale, con una premialità per chi riassorbirà il maggior numero di lavoratori provenienti dalla precedente concessione; 5 punti per i piani di comunicazione e valorizzazione, cioè azioni di marketing e promozione mirata all'internazionalizzazione. Il bando pubblicato è in italiano, inglese, cinese e presto anche in arabo.
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere