Sardegna

Exploit dell'Akènta Rosé, primo spumante da uve di Cagnulari

Successo per la cantina Santa Maria La Palma di Alghero

Rosa brillante con riflessi ramati, fruttato, con note speziate varietali. E' l'Akènta Rosé, il primo spumante prodotto da uve di Cagnulari, vitigno autocton diffuso particolarmentw nelle zone di Alghero e nei territori circostanti. Dai suoi grappoli ha origine questo vino della cantina algherese Santa Maria La Palma, nato nel 2019 e sempre più apprezzato.

"Quella dei vini rosé - spiegano i responsabili dell'azienda - è una tipologia che sta conoscendo una crescita continua in tutto il mondo e l'estate 2021 sta vedendo una vera consacrazione di questa tipologia. Un tempo sottovalutato, ora il vino rosato è in ascesa e ha assunto una piena dignità nel panorama enologico".

La cantina, però, si è imposta all' attenzione di una giuria internazionale con l'ultimo nato, l'Akènta Cuvée 71, il primo Akènta senza bollicine, un vermentino di Sardegna fermo, profumatissimo. Di recente ha infatti conquistato una medaglia d'oro all'ultima edizione del Concours Mondial de Bruxelles. Un grande exploit per questo bianco che ha ottenuto alla sua prima partecipazione un grande riconoscimento.

Ottimo riscontro, soprattutto in questa estate 2021, anche per Akènta. Sono sempre di più i bar e ristoranti in tutta l'Isola che propongono questo spumante, nato da uve di Vermentino di Sardegna Doc, promosso grazie anche alle "Akènta Lovers Nights", serate speciali ad Alghero ma anche Oristano, Nuoro Olbia e altri centri, dove è possibile degustare le bollicine della cantina Santa Maria La Palma.

    RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

    Video ANSA


    Vai al Canale: ANSA2030
    Vai alla rubrica: Pianeta Camere



    Modifica consenso Cookie