Alemanno, in dl sisma mancano norme

"Per accelerare la ricostruzione" sottolinea sindaco Norcia

(ANSA) - CORCIANO (PERUGIA), 17 DIC - "La tecnocrazia impedisce alla politica di recepire tutte le istanze avanzate ai vari governi dai territori colpiti dal terremoto e così anche questo nuovo decreto legge sul sisma non contiene tutte le norme necessarie per accelerare la ricostruzione": così il sindaco di Norcia, Nicola Alemanno, stamani a Solomeo, nel corso della conferenza stampa con Brunello Cucinelli, convocata per fare il punto della situazione sui progetti di recupero di alcuni edifici pubblici di Norcia, finanziati dalla Fondazione Cucinelli. Alemanno ha citato due esempi. "Stiamo attendendo - ha detto - nuove figure professionali per gli Uffici speciali per la ricostruzione e gli uffici comunali e siamo preoccupati per il destino dei contratti a tempo determinato che stanno scadendo e che non potranno essere prolungati. Così - ha sottolineato il sindaco - rischiamo di perdere delle professionalità ormai acquisite e questo inciderà sui tempi della ricostruzione". Tra gli emendamenti non recepiti dall'ultimo dl sisma, Alemanno ha ricordato anche la questione delle "sagome degli edifici, che in alcuni casi potrebbero essere ricostruire differentemente da come si presentavano prima del terremoto". Il sindaco ha inoltre ricordato che gli edifici gravemente lesionati a Norcia sono circa 1.400, mentre quelli con danni lievi sono poco più di 850. "Al momento - ha detto Alemanno - abbiamo autorizzato 500 cantieri". I progetti terminati e che hanno già permesso alle famiglie di fare ritorno nelle loro case sono una ottantina, ha fatto sapere ancora il sindaco. (ANSA).
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA




Modifica consenso Cookie