Il mondo dopo la fine del mondo, il futuro visto da 50 studiosi

Editori Laterza lancia un libro 'cantiere aperto' per comprendere i cambiamenti

Redazione ANSA

La pandemia ha tracciato un grande solco tra un prima e un dopo, ha segnato uno spartiacque tra un mondo che credevamo di controllare e uno nuovo dal profilo molto incerto. Per questo Editori Laterza ha chiesto a cinquanta studiosi di analizzare le trasformazioni in corso a seguito dell’emergenza Covid e del lockdown, di descrivere possibili scenari e offrire indicazioni per la migliore gestione della crisi. Ne sta nascendo un libro, in uscita ad ottobre, e dal titolo Il mondo dopo la fine del mondo, ma la novità sta nella fatto che il libro è un punto di arrivo di un cantiere che verrà tenuto apertonei prossimi mesi.

La Casa editrice si propone come un intellettuale collettivo che aiuti i lettori a trovare nuove chiavi di interpretazione di un presente così carico di cambiamenti e ogni settimana pubblicherà sui siti e canali social di Editori Laterza e Ansa, media partner dell’iniziativa, dei video dialoghi legati al libro che avranno come protagonisti gli autori dei singoli contributi.

Il primo appuntamento venerdì 10 luglio alle 11.00 con una conversazione tra Andrea Boitani, Sabino Cassese, Marta Dassù, coordinata da Giuseppe Laterza sul tema: Dopo la pandemia: più o meno globalizzazione?

Prossimi appuntamenti: Stefano Allievi, Paola Dubini, Andrea Gavosto: L’impatto della pandemia su formazione, consumi culturali, rapporti tra generazioni messa on line venerdì 17 luglio ore 11 Colin Crouch, Elena Granaglia, Romano Prodi Come il Covid cambia la politica, la sanità e le disuguaglianze messa on line venerdì 24 luglio ore 11

Inoltre saranno disponibili a breve sulle più comuni piattaforme on line dei podcast di approfondimento. Si parte con Massimo Florio, Enrico Letta e Chiara Saraceno sul tema Europa e Welfare alla luce di quanto accaduto nei mesi scorsi. A seguire dialoghi di Giuseppe Laterza con Dante Carraro, Alessandra Casarico, Sergio Romano, Giorgio Zanchini.

Si tratta di un modo innovativo di pensare al lavoro editoriale. Il libro, gli autori restano al centro dei nostri progetti ma cambiano i linguaggi e gli strumenti per diffondere le loro idee, i loro dubbi le loro proposte. È forse già questo un principio di mondo dopo la fine del mondo.

Gli autori del Il mondo dopo la fine del mondo: Stefano Allievi, Gaetano Azzariti, Fabrizio Barca, Tito Boeri, Andrea Boitani, Lucio Caracciolo, Gianrico Carofiglio, Dante Carraro, Alessandra Casarico, Sabino Cassese, Innocenzo Cipolletta, Colin Crouch, Marta Dassù, Ilvo Diamanti, Giovanni Dosi, Paola Dubini, Marta Fana, Massimo Florio, Maurizio Franzini, Carlo Galli, Andrea Gavosto, Enrico Giovannini, Elena Granaglia, Enrico Letta, Massimo Luciani, Guido Mazzoni, Vittorio Parsi, Carlo Petrini, Mario Pianta, Simone Pieranni, Giuseppe Pignatone, Romano Prodi, Federico Rampini, Francesco Remotti, Walter Ricciardi, Dani Rodrik, Sergio Romano, Gino Roncaglia, Salvatore Rossi, Linda Laura Sabbadini, Michael Sandel, Chiara Saraceno, Guido Scorza, Valeria Termini, Gianfranco Viesti, Giorgio Zanchini. Maggiori info sul sito e i canali social della casa editrice Laterza

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Modifica consenso Cookie