Dedalus: ora acquisizione in Germania

Gruppo punta ad espandere ancora presenza internazionale

(ANSA) - ROMA, 18 OTT - "Stiamo valutando acquisizioni in Europa: è imminente quella di un'azienda presente in Germania, e stiamo guardando all'India e al Brasile, ma ci vorranno un paio d'anni". Lo ha detto Stefano Piacenza, international group controller di Dedalus, azienda costituita a Firenze nel 1982 e oggi leader internazionale nello sviluppo di software clinico-sanitari.
    Dedalus collabora con Sace Simest dal 2009. Il Polo ha supportato i piani di crescita dell'azienda che ha puntato sull'internazionalizzazione, assicurando il capitale investito nel 2009 ed entrando nel capitale della controllata sudafricana con Simest nel 2013 e finanziando poi l'apertura della sede commerciale in Messico nel 2014.
    Attualmente il gruppo, con piu' di 1900 dipendenti, di cui 1100 in Italia, oltre 500 in Francia e 300 nel resto del mondo, e' il primo in Europa nel settore nei sistemi informativi ospedalieri e diagnostici, con un fatturato di oltre 200 milioni di euro. Di quest'anno l'acquisizione di Web100T, società francese di produzione di software gestionali in ambito medico-amministrativo e quella della bolognese Softech.
    Parlando dei rischi per l'export legati alle contesto internazionale, Piacenza ha detto che "non esportando un prodotto fisico non siamo colpiti dai dazi, per noi è importante la presenza locale. Non siamo colpiti da Brexit e dal rallentamento della Germania per cui non abbiamo queste preoccupazioni. L'azienda, ha concluso Piacenza, "ha chiuso il 2018 con 170 milioni di fatturato, di cui il 35% all'estero, e nel 2019 prevediamo una crescita fino a 200 milioni".(ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video Economia


      Vai al sito: Who's Who