Lucart: fatturato 2019 oltre 500 mln

Azienda punta su internazionalizzazione con Sace Simest

(ANSA) - FIRENZE, 25 OTT - "Il 2019 sta andando molto bene, supereremo i 500 milioni di euro di fatturato. Nei nostri piani c'è un consolidamento in Europa per andare a coprire le zone dove non ci sono unità produttive, andando a potenziare le aree dove siamo già presenti: questa sarà la nostra strategia nel prossimo periodo". A parlare è Marco Baroni, direttore finanziario di Lucart, azienda leader in Europa nella produzione di carte monolucide, prodotti tissue e airlaid, nata nel 1953 in Toscana, a Lucca, per iniziativa della famiglia Pasquini. Lucart collabora con Sace Simest (polo dell'internazionalizzazione del gruppo Cdp) dal 2004 e ora con un finanziamento di 10 milioni di euro l'azienda ha finanziato il piano di investimenti dal 2016 al 2019 con il quale ha puntato, in particolare, su ricerca e sviluppo, ma anche sul rafforzamento del brand sul mercato europeo. Grazie agli investimenti, oggi Lucart ha 1.500 impiegati e dieci stabilimenti produttivi, di cui cinque in Italia, uno in Francia, uno in Ungheria e tre in Spagna. Lo sviluppo futuro dell'azienda, ha poi spiegato Baroni, passa sul doppio binario del consolidamento della presenza in Europa e del lancio di nuovi prodotti da materia prima riciclata. "Ci sono ancora aree geografiche che dobbiamo coprire e gli sviluppi strategici del gruppo ci vedranno nei prossimi anni impegnati ad allargare ancora la presenza geografica in Europa. La nostra strategia di crescita all'estero punta ad acquisire capacità produttive già esistenti, quindi monitoriamo potenziali target di acquisizione". Nei progetti di Lucart c'è anche il "consolidamento della nostra gamma di prodotti, avremo novità per il marchio Tenderly con un rinnovo dell'offerta in due anni e la creazione di nuovi prodotti che abbiano una base di origine da materia prima riciclata". Inoltre, ha aggiunto Baroni, Lucart sta lavorando per "trasformare gli scarti di produzione in materie prime seconde per altre industrie e su questo ci aiuterebbe molto se gli aspetti regolamentari e legislativi per l'economia circolare avessero un'accelerazione". (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video Economia


        Vai al sito: Who's Who