Economia

Pmi: Crif, 40% di garantite dai Confidi ha chiesto moratoria

Soprattutto tra servizi a persona, arte, sport e intrattenimento

(ANSA) - MILANO, 16 SET - Da quando la moratoria è stata varata per minimizzare gli effetti della pandemia sull'economia reale, il 39,4% delle pmi garantite dai Confidi Maggiori ha presentato domanda di moratoria per la sospensione delle rate dei finanziamenti. È quanto emerge dalla ricerca "Confidi e moratoria" realizzata da Crif e svolta in collaborazione con Lorenzo Gai, docente dell'Università di Firenze per comprendere gli impatti della moratoria applicata alle posizioni affidate dai Confidi Maggiori.
    I primi tre settori per numero di richieste sono rappresentati da "Altre attività di servizi" (comprendente varie attività tra cui i servizi per la persona quali parrucchieri, centri estetici), "Attività artistiche, sportive, intrattenimento e divertimento", "Attività di servizi di alloggio e ristorazione", tutte con una quota superiore al 50% del totale (54,2%, 53,9% e 53,8% rispettivamente).
    Seguono le imprese attive nei settori della "Salute e assistenza sociale" e nella "Estrazione mineraria, cave e torbiere", con una quota prossima al 50%.
    Tra i settori meno coinvolti nella richiesta di sospensione delle rate invece si trovano "Agricoltura, silvicoltura e pesca" e "Attività finanziarie e assicurative" con percentuali del 35% e del 37% circa rispettivamente. (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
        BANCA IFIS



        Modifica consenso Cookie