Immobiliare: Nomisma, a Milano previsioni mercato positive

Tra 2013 e 2019 vola segmento direzionale (+92%)

(ANSA) - MILANO, 27 NOV - Anche nel secondo semestre 2019 le il mercato immobiliare milanese ha consolidato ulteriormente il percorso di ripresa intrapreso negli ultimi anni. Lo afferma l'analisi del terzo Osservatorio Immobiliare 2019 di Nomisma.
    Considerando l'orizzonte temporale 2013-2019 nel segmento residenziale l'aumento delle compravendite a Milano risulta più consistente rispetto alla media delle altre grandi città; la variazione dei prezzi sia delle abitazioni nuove sia di quelle usate appare in recupero, così come la dinamica dei canoni. La maggiore liquidità del mercato, per Nomisma, è visibile nella forte diminuzione dei tempi di vendita e di locazione rispetto ai livelli assunti nel 2013.
    Nel segmento direzionale - considerando sempre il periodo 2013-2019 - l'Istituto bolognese evidenzia come il settore abbia corso in termini di compravendita (+92%), con un aumento più significativo della media del panel monitorato (+34,5%). Il calo dei prezzi e dei canoni è al contempo meno accentuato rispetto alla media, recuperando quasi completamente la perdita di valore registrata dal 2013 in poi.
    In ultimo i negozi nel milanese hanno registrato una dinamica più che positiva delle compravendite (+83%) rispetto al 2013, con un aumento più significativo rispetto alla media delle 13 città monitorate; ciò ha influito sulle dinamiche dei prezzi e dei canoni che hanno quasi del tutto raggiunto il valore registrato nel 2013. Anche i tempi di locazione e di vendita tendono a ridursi in misura maggiore rispetto alla media delle città monitorate. Il mercato immobiliare residenziale vede confermare nella seconda parte dell'anno - per Nomisma - le principali tendenze del primo semestre dell'anno, con un trend di aumento del numero di compravendite che dovrebbero superare - per l'Istituto bolognese - quota 26.000 (+6,5% rispetto al 2018) e prezzi e canoni lievemente in rialzo. (ANSA).
   

    RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

    Video Economia



    Vai al sito: Who's Who

    Modifica consenso Cookie