Immobiliare: Nomisma, 3,3 mld investiti in alberghi in 2019

Dondi, nel 2020 attesa conferma interesse

(ANSA) - MILANO, 23 GEN - "Dopo avere chiuso il primo semestre 2019 con investimenti immobiliari per circa 2 miliardi nel settore alberghiero, anche la seconda parte dell'anno è andata bene. Il 2019 si è chiuso con investimenti per circa 3,3 miliardi, pari al 27% del volume complessivo e per il 2020 è attesa una conferma". Lo ha detto l'amministratore delegato di Nomisma, Luca Dondi, durante la presentazione del Report sul settore al "Re Italy", la convention del Real Estate organizzata da Monitorimmobliare.
    "Il comparto alberghiero è un asset class diventato ormai stabilmente un riferimento per gli investitori, che hanno cominciato un processo di diversificazione, rispetto ai settori tradizionali, come uffici e centri commerciali", ha spiegato Dondi, aggiungendo che "ci sono opportunità di rendimento anche fuori dalle piazze principali", sulle quali però "c'è un deficit di conoscenza di soprattutto sui mercati esteri". Ad investire negli alberghi italiani sono "soprattutto gli investitori stranieri con un'incidenza appena sotto al 60%, minore quindi rispetto agli altri settori immobiliari (oltre il 70%". Secondo il report di Nomisma, con 33 mila alberghi e 1,1 milioni di camere l'Italia possiede il più grande 'portafoglio ricettivo' in Europa, seguita da Germania e Spagna, collocandosi in terza posizione assoluta a livello mondiale. La metà circa degli investimenti è concentrata su Roma, seguita a distanza da Milano, Venezia e Firenze.(ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video Economia



      Vai al sito: Who's Who

      Modifica consenso Cookie