Mondo

Il popolo più alto del mondo si è abbassato

Gli olandesi perdono qualche centimetro ma non il primato

Per anni il popolo più alto del mondo, negli ultimi anni gli olandesi si sono accorciati. Lo rivela una ricerca condotta dall'Istituto nazionale di statistica e quello Superiore di sanità, citata dalla Cnn.
    Secondo lo studio, anche se l'altezza media è aumentata negli ultimi 100 anni, i nati nel 2001 sono più bassi di un centimetro rispetto a quelli nati nel 1980.

Una differenza che aumenta di quasi mezzo centimetro nelle donne, le 20enni oggi sono 1,4 centimetri più basse delle 40enni. In particolare gli uomini nati nel 1980 hanno un'altezza media di 183,9 centimetri, 8,3 centimetri in più di quelli nati nel 1930. Quelli del 2001 sono invece alti 'solo', 1,82 cm. Le donne nate nel 1980 sono significativamente più alte, (170,7 cm), delle donne nate nel 1930 (165,4 cm) e restano più alte delle ragazze del 2001 che sono in media 168,5 cm. Lo studio ha preso in esame 719.000 persone tra i 19 e i 60 anni usando come punto di riferimento l'altezza media di un individuo a 19 anni.
    Tra le ragioni del fenomeno, secondo la ricerca, c'è l'aumento di immigrati che appartengono a popolazioni tendenzialmente più basse. Tuttavia, la crescita è diminuita anche negli individui i cui tutti e due i genitori sono dei Paesi Bassi e per coloro che sono olandesi da due generazioni.
    Il quadro non è uniforme, con grandi differenze tra il nord e il sud del Paese. Quelli del Limburgo (sud) sono i più bassi, mentre chi è originario della Frisia è più alto di 3-3,5 centimetri.
    Nonostante questo, concludono i ricercatori, gli olandesi non hanno perso il loro primato di popolo più alto del mondo, conquistato per la prima volta negli anni '50. 
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA




      Modifica consenso Cookie