Covid: manca ossigeno in Amazzonia, 61 neonati in pericolo

Ce n'è solo per le prossime 48 ore, gara di solidarietà

(ANSA) - SAN PAOLO, 16 GEN - Corsa contro il tempo in Brasile per salvare 61 neonati prematuri ricoverati in terapia intensiva in vari ospedali di Manaus, capitale dello Stato dell'Amazzonia, dove l'ossigeno è ormai introvabile.
    Il ministero della Salute ha annunciato di aver reperito ossigeno sufficiente per le prossime 48 per i piccoli che necessitano di ventilazione meccanica.
    In tutto il Paese è scattata una gara di solidarietà ed i governi di San Paolo, Minas Gerais, Parana' e Maranhao si sono offerti per ospitare i neonati nelle loro strutture sanitarie specializzate. Il governo federale spera tuttavia di riuscire ad evitare il trasferimento dei piccoli.
    Il governo di San Paolo ha anche annunciato di aver reperito 40 respiratori da inviare a Manaus.
    L'aumento dei casi di Covid-19 in Amazzonia ha mandato in tilt il già fragile sistema sanitario locale, con conseguenze drammatiche per i pazienti Covid e di altre patologie che richiedono la somministrazione di ossigeno. (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie