In Sri Lanka presidenziali tra tensioni

Spari su autobus di elettori ma nessuna vittima

(ANSA) - ROMA, 16 NOV - Urne aperte nello Sri Lanka per eleggere un nuovo presidente, nel mezzo di tensioni e violenze mentre è ancora vivo il ricordo della strage di Pasqua in cui morirono oltre 250 persone. Al voto sono chiamati 16 milioni di persone. Lo scrutinio dovrebbe essere completato in serata. I candidati sono 35, ma tra loro non risulta l'attuale presidente, Maithripala Sirisena, al centro di polemiche proprio per l'attentato di aprile, accusato di avere sottovalutato informazioni dell'intelligence che avrebbero potuto evitarlo. La consultazione è la terza dal 2009, anno della fine della lunga guerra civile che ha insanguinato per decenni il Paese. Le tensioni sono però ancora evidenti: poco prima che aprissero le urne - riferisce la Bbc - è giunta notizia di violenze nel nord-ovest del Paese, mentre uomini armati hanno aperto il fuoco su un convoglio di autobus che trasportavano elettori musulmani; la polizia ha affermato che non ci sono state vittime.
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA