Iran, ai poveri i soldi aumento benzina

I proventi stimati in circa 2,5 miliardi di dollari all'anno

(ANSA) - TEHERAN, 15 NOV - I proventi degli aumenti dei prezzi della benzina in Iran sono stati stimati tra i 300 e i 310 mila miliardi di rial, pari a 2,55 miliardi di dollari all'anno. Lo ha detto il ministro del petrolio Bijan Zanganeh, citato dall'Irna, ribadendo che le maggiori entrate saranno indirizzate a 18 milioni di famiglie bisognose, circa 60 milioni di persone, nel giro di dieci giorni.
    Zanganeh ha parlato dopo le proteste esplose in tutto il paese venerdì sera in seguito all'annuncio del razionamento e dell'aumento dei prezzi del carburante Il consumo medio di benzina ha registrato un aumento annuo del 10-11% in Iran, ha aggiunto il ministro. "Attraverso un nuovo razionamento - ha affermato -, il governo controllerà il consumo annuale di 94 milioni di litri, di cui 64 milioni saranno venduti tramite carte di razionamento".
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA