Mondo

Eitan, prima udienza al via a Tel Aviv

Zia Biran, 'voglio riportarlo a casa'

(ANSA) - TEL AVIV, 23 SET - "Voglio vedere Eitan a casa".
    Queste le parole di Aja Biran, la zia del piccolo sopravvissuto alla tragedia del Mottarone, all'ingresso del tribunale di Tel Aviv dove si svolge questa mattina la prima udienza della causa da lei intentata per riportare in Italia il bambino.
    "Sono preoccupata per lui, voglio riportarlo a casa il più presto possibile", ha aggiunto Aja Biran visibilmente emozionata.
    Poco prima di Biran sono arrivati la nonna materna di Eitan, Etty Peleg Cohen, e sua figlia Gali Peleg che nelle recenti settimane ha annunciato di volere adottare Eitan. In aula c'e' anche Shmuel Peleg, nonno materno che ha portato in Israele il piccolo ed è indagato a Pavia per sequestro aggravato di persona.
    La giudice ha consentito la presenza in aula solo di Shmuel Peleg e di Aja Biran, il resto della famiglia è stato fatto uscire. L'udienza si svolge a porte chiuse. (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA




      Modifica consenso Cookie