Milleproroghe è legge, Senato vota la fiducia con 154 sì

Confermata la fiducia al governo. 96 i voti contrari, nessun astenuto

Il Milleproroghe è Legge. Il provvedimento è stato approvato in via definitiva dal Senato, che ha confermato la fiducia al governo con 154 voti favorevoli, 96 voti contrari e nessun astenuto.

"Un esame di riparazione della legge di Bilancio 2020 che arriva blindato al Senato così come era arrivata la Finanziaria, espropriando di tante peculiarità e potenzialità le aule parlamentari". A dirlo Andrea de Bertoldi, senatore di Fratelli d'Italia e segretario della Commissione Finanze e Tesoro, nel corso del suo intervento in Aula in discussione generale sul decreto Milleproroghe. "Un provvedimento confuso - aggiunge il senatore di FdI Massimo Ruspandini - a cui si aggiunge il ricorso alla fiducia, secondo un modello istituzionale che secondo noi sta andando oltre la Repubblica parlamentare e che espropria l'aula delle sue prerogative di dibattito e discussione". Ma ad essere sotto accusa per FdI è anche il merito del provvedimento, in particolare per il senatore Francesco Zaffini nella parte riguardante "il settore della sanità, di cui quest'anno ricorrono i 40 anni dall'istituzione del Servizio sanitario nazionale, dove vengono addirittura aumentate le risorse, cosa che di per sé potrebbe anche essere condivisibile, ma secondo criteri di una poco nobile logica spartitoria e senza una visione per il futuro della nostra Nazione". Infine, dito puntato pure sul fronte del Made in Italy con il senatore Patrizio La Pietra che in Aula accusa la maggioranza perché il decreto "manca totalmente di una visione sull'agricoltura e sul Made in Italy, oltre a non prevedere alcun sostegno alle nostre aziende in vista di quanto accadrà a causa della Brexit e dei dazi americani".

   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie