ANSAcom

Resort in Sardegna punta a raccolta di 1mln con crowdfunding

House4Crowd e Trusters insieme per il lancio del Santina Resort

Milano ANSAcom

Ha preso il via, per la prima volta in Italia, una collaborazione tra due piattaforme di crowdfunding immobiliare mirata a raccogliere complessivamente 1 milione di euro a supporto di un progetto immobiliare turistico in Sardegna. House4Crowd, piattaforma di equity crowdfunding immobiliare autorizzata da Consob, e Trusters, piattaforma di lending real estate crowdfunding 100% Made in Italy, hanno unito le forze per lanciare sul mercato il Santina Resort, struttura alberghiera di 7.500 metri quadrati che si inserisce nel Golfo dell'Asinara, nel borgo medievale di Castelsardo.
L'operazione nasce dalla ristrutturazione di un credito deteriorato (Npl) appartenente a una banca e il promotore dell'iniziativa, l'imprenditore Giovanni Cavalieri, ha rilevato il progetto immobiliare con un leasing di 7,5 milioni di euro presso Sardaleasing locato alla Garibaldi Hotels. Il crowdfunding interviene a integrazione dell'equity in gran parte già investita dal promotore, che ha avviato un'operazione mista tra una società di equity crowdfunding e una di lending a supporto del progetto. "Giovanni Cavalieri si è rivolto alla nostra piattaforma, per una raccolta di 800 mila euro - spiega Francesco Chechile, co-founder e Ceo di House4Crowd -. Il progetto immobiliare è in fase di ultimazione perciò abbiamo subito creduto nelle potenzialità dell'investimento, che rappresenta un'opportunità straordinaria per tutti i nostri '4crowder', che possono investire in pochi click sulla nostra piattaforma". I rientri per gli investitori, che diventano soci di Santina Resort & Spa, sono "del 7,81% al primo anno, mentre, per chi volesse rimanere nella società altri tre anni, prevediamo ritorni tra il 13 e il 14%", aggiunge Rosaria Chechile, co-founder e Coo di House4Crowd, augurandosi che "le persone ci credano perché è un bel progetto in uno dei posti più belli forse al mondo". La consegna dei lavori è prevista per novembre 2020 con l'avvio del resort per la stagione 2020. Trusters, dal suo canto, ha già chiuso la raccolta di 200 mila euro prevista, "in soli quindici giorni", destinata agli arredi della struttura alberghiera, afferma il Ceo di Trusters, Andrea Maffi, sottolineando che "la ripresa economica non può prescindere da quella turistica. La valorizzazione del territorio e del Made in Italy, in particolare, è nel nostro dna. Perciò abbiamo aderito con piacere all'iniziativa di mix equity e lending a favore di un valido progetto alberghiero". Il lending di Trusters "è uno strumento semplice, veloce e fattivo che risponde alle esigenze di diversificazione degli investimenti, piccoli, medi e grandi, da un lato, e di finanziamento degli operatori del real estate, dall'altro, a sostegno concreto dell'economia reale".

In collaborazione con:
Trusters

Archiviato in


        Modifica consenso Cookie