Sport: Rettore Camerino "basilare nella vita degli studiosi"

Aperto Anno accademico con il Cus, con campioni e olimpionici

(ANSA) - ROMA, 19 FEB - L'importanza dell'attività sportiva nella vita di ogni studioso, ma anche l'abnegazione e la serietà necessarie per arrivare a vincere e la logica e l'importanza delle regole nello sport sono alcuni tra gli argomenti discussi ed illustrati alla cerimonia inaugurale dell'anno accademico-sportivo dell'Università e del Cus di Camerino. Ne hanno parlato, in particolare, il rettore, Claudio Pettinari, e il presidente del Cus, Stefano Belardinelli, il quale ha anche indicato i successi del passato e la rotta per arrivare a nuove vittorie sul campo e ad avere nuovi eventi di grande spessore.
    Tra gli ospiti, Fabrizio Ravanelli e l'avvocato Michele Briamonte, già membro del cda della Juventus e grande conoscitore del mondo della finanza e del calcio, ma anche grandissimo atleta professionista, esperto di arti marziali. Il presidente dell'Ascoli, Massimo Pulcinelli - invitato insieme con Briamonte dal manager dello sport Floriano Bini -, il quale ha parlato dell'importanza di investire con serietà e responsabilità nello sport e omaggiato tutti i presenti con la maglia della sua squadra. Ma soprattutto gli atleti: Laura Morico medaglia di bronzo nel judo ad Atene 2004, Massimo Fabbrizzi, argento nel tiro a volo a Londra 2012, i quali hanno raccontato di quanto conta lo sport nella loro vita; stessa cosa hanno fatto il cestista Ario Costa, il giovane centauro Leonardo Battaglini e l'ad della Lube, Albino Massaccesi. (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie