Coppa Italia: Cagliari battuto, Atalanta va ai quarti

Sottil risponde a Miranchuk, Muriel e Sutalo chiudono il match

3-1 per l'Atalanta sul Cagliari nella riedizione a campi invertiti dell'ottavo di Coppa Italia di due anni fa (finito 2-0 sempre per i bergamaschi). Nel primo tempo, ben 8 conclusioni in porta prima del vantaggio di Miranchuk, giratosi davanti all'area piccola a 2' dall'intervallo sulla palla dal fondo da sinistra di Muriel. Dopo un avvio da botta e risposta tra Muriel (3'), un sinistro dal limite innescato dal recupero di Pessina, e la punizione di Caligara (13') con lo stesso piede, con l'annullamento (4') per fuorigioco sul tocco ravvicinato sotto la traversa di Miranchuk dopo il corner da destra del colombiano corretto dalla torre di Pessina, i sardi si aggrappano al portiere Vicario per non capitolare subito. Tra il quarto d'ora e la mezzora, quattro chances nitide sventate, dal destro dello stesso russo (16') ricevendo da Muriel al doppio miracolo tra 26' e 27, sul destro ravvicinato di Gosens respinto col volto sull'asse Muriel-Miranchuk e il missile dal limite di Freuler, passando per la parata su Muriel dal vertice sinistro e la deviazione in corner del radente dell'ex Lokomotiv appena dentro l'area sull'uno-due col partner d'attacco, tra 23' e 25'.Nella ripresa Maehle (5') sfiora l'incrocio, tre minuti e Muriel scheggia la traversa su punizione. Sottil, passato a sinistra, pareggia i conti al decimo, superando Sutalo e poi Sportiello sul secondo palo, direttamente sul rilancio di Vicario, poco prima autore dell'ennesima parata sull'autore del vantaggio ancora sul la di Muriel. Che entro 6 minuti rimette la freccia girando in diagonale sinistro sul filtrante di Gosens. Vicario (18') dice di no alla punizione di Malinovskyi, chiude Sutalo di piattone sotto la traversa (19') sull'angolo da destra di Muriel prolungato da Gosens. Un paio di sussulti ospiti tra 34' e 35': su corner di Sottil Walukiewicz svetta senza che Zappa ci arrivi, poi su una seconda palla il figlio d'arte coglie la parte alta della traversa. Di qua, invece, il "no" di Vicario a Ilicic e Malinovskyi al 42' e al 45' (Djimsiti appoggia di testa, ma è in fuorigioco) sull''ultimo tiro dalla bandierina.

 

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie