Sport
  1. ANSA.it
  2. Sport
  3. Nuoto
  4. Nuoto: Mondiali 25 m; Cusinato, Razzetti e 4x50 mista in finale

Nuoto: Mondiali 25 m; Cusinato, Razzetti e 4x50 mista in finale

Entrambe avanti le farfalle tricolori

(ANSA) - ROMA, 20 DIC - Una finale per sorprendere ancora. La 4x50 mista, primatista mondiale e campione europea in carica, apre la penultima mattina ad Abu Dhabi. Una prestazione controllata per il quartetto italiano che chiude quinto in 1'33"60. Comanda la Russia campione uscente e vicecampione europea in 1'32"52. Quartetto rimescolato rispetto al crack del 3 novembre scorso: parte Lorenzo Mora, novello argento iridato, in 23"65, seguono Nicolò Martinenghi in 26"00, l'inedito Michele Lamberti a farfalla in 22"84 e Thomas Ceccon chiude in 21"11.
    Terza finale su tre per Ilaria Cusinato. La ventunenne di Cittadella - tesserata per Fiamme Oro e Team Veneto - nell'interregno tra Moreno Daga e Matteo Giunta che la preparerà da gennaio, conferma le buone sensazione destate durante tutto il campionato e chiude in 2'07"70.
    Un posto al sole anche nei 400 misti. Alberto Razzetti parte alla scalata di un'altra ardua impresa. il Rocket man azzurro si regala la terza finale individuale, dopo l'oro nei 200 farfalla e il bronzo nei 200 misti, e promette battaglia in finale cui accede con un comodo sesto crono di 4'05"50. Razzo, allenato da Stefano Franceschi per Fiamme Gialle e Genova Nuoto My Sport, è argento continentale col primato italiano e ama le sfide forti.
    La chimera si chiama podio. Intanto comanda il campione uscente, nonché miglior performer dell'anno, il poliedrico giapponese Daiya Seto con un rassicurante 4'00"84.
    Entrambe avanti le farfalle tricolori. Elena Di Liddo è sesta in 56"95, mentre Ilaria Bianchi (Fiamme Azzurre/Azzurra 91) passa sedicesima in 57"40 nei 100 farfalla. In testa la campionessa dei 100 dorso, l'eclettica big sister della ranista Sophie, la svedese Louise Hansson, in 56"04. "Rispetto al quinto posto di Hangzhou è cambiato tanto - spiega l'esperta pugliese primatista italiana allenata da Raffaele Girardi, quarta continentale a Kazan e già bronzo con la 4x50 mista - Sjoestroem si è concentrata più sui 50, quindi spazio ce n'è. Il tempo non è eccezionale; per accedere in finale servirà di più". Ilaria Bianchi invece proverà a trovare stimoli e sensazioni nuovi; magari quelli che la resero la prima donna iridata in corta a Istanbul nel 2012. (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie