Tennis: a Singapore trionfa Popyrin, Goffin re a Montpellier

19enne argentino Cerundolo subito in finale a Cordoba

(ANSA) - ROMA, 28 FEB - A Montpellier, c'è un vincitore non francese. Ed è una notizia, perché sarà solo la terza volta in undici edizioni. Dopo Tomas Berdych (2012) e Alexander Zverev (2017), alla lista si aggiunge David Goffin che ha battuto Roberto Bautista Agut 57 64 62.
    Nella prima finale tra le prime due teste di serie nella storia del torneo, il belga ha conquistato il suo secondo titolo sul duro indoor dopo quello conquistato a Metz nel 2014.
    Goffin ha conquistato complessivamente il quinto titolo su 14 finali ATP, il primo da Tokyo 2017. Ha firmato il quarto successo in sette confronti diretti con lo spagnolo, arrivato in finale senza aver ceduto set nel torneo. Bautista aveva vinto solo un match in singolare nel 2021 prima di questa settimana, ma ha cambiato completamente passo questa settimana. Bautista ha incassato però la seconda sconfitta nelle ultime sette finali giocate dal 2017. Dal 2012 al 2016 ne aveva vinte solo quattro su dieci.
    Al Singapore Tennis Open, prova sul duro indoor (300mila dollari il montepremi), nella mattinata italiana il giovane australiano Alexei Popyrin, n.114 nel ranking ma grande emergente, ha sconfitto 46 60 62 l'estroso Kazako Alexander Bublik, n. 46 del ranking.
    Popyrin, che in semifinale ha eliminato l'ex top-10 Marin Cilic, migliorerà il suo best ranking la prossima settimana grazie al trionfo a Singapore, nella sua prima finale ATP. Ex numero 2 junior e campione del Roland Garros under 18, sarà numero 82 del mondo da lunedì. "Ho fatto tanti sacrifici per questo risultato" ha detto durante la cerimonia di premiazione. "Ho lavorato duro per arrivare qui, insieme al mio coach e al preparatore in pre-season. Tutti i sacrifici miei e anche quelli della mia famiglia stanno pagando".
    A Cordoba si giocherà la finale più interessante sotto il profilo della novità: si potrà infatti vedere in azione il 19enne argentino Juan Manuel Cerundolo, che al suo primo torneo ATP, si è arrampicato fino al match clou. Ad affrontarlo l'esperienza di un vetrano come il mancino spiagnolo Albert Ramos Vinolas, n.47 del mondo. (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie