21:29

Yemen, oltre 100 morti in attacco Houthi

Tra vittime anche civili. Esercito, 'risposta sarà spietata'

Chiudi  (ANSA)

(ANSA) - DUBAI, 19 GEN - Sale il bilancio dell'attacco missilistico nello Yemen a una moschea frequentata da truppe filogovernative: i morti sarebbero più di 100, e decine i feriti, secondo quanto dichiarato dal ministero degli Esteri yemenita su twitter. L'attacco fa seguito ad un periodo di relativa calma nel Paese, in guerra da oltre cinque anni, ed è uno dei più sanguinosi ai danni delle forze fedeli al presidente Abd Rabbo Mansour Hadi dall'inizio del conflitto nel 2014. Non è stato rivendicato, ma il governo accusa i ribelli Houthi. Obiettivo dell'attacco è stata una moschea da campo nella provincia di Marib (nell'ovest) presa di mira da un missile e poi da un drone, secondo una fonte militare governativa. "Ci sarà una risposta spietata contro le milizie Houthi", ha avvertito il portavoce dell'esercito, generale Abdou Majli, precisando che tra le vittime ci sono anche dei civili.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

21:10

Iran, scatola nera Boeing resta qui

Teheran, 'non abbiamo in programma di inviarla all'estero'

Chiudi  (ANSA)

(ANSA) - TEHERAN, 19 GEN - "La scatola nera dell'aereo ucraino erroneamente abbattuto dalle forze iraniane, si trova a Teheran e non abbiamo in programma di spedirla ad altri Paesi.
    Tenteremo di esaminarne i contenuti in Iran". Lo ha detto un funzionario dell'aviazione civile iraniana.
    Parlando all'Irna, Hassan Rezaifar ha precisato che "in caso decidessimo di inviare la scatola nera all'estero le nostre opzioni sarebbero Ucraina o Francia, ma non è stata ancora presa una decisione in questo senso".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

21:00

Johnson a Putin, mai più attacco chimico

Monito del premier britannico in riferimento a Salisbury

Chiudi  (ANSA)

(ANSA) - BERLINO, 19 GEN - "Un attacco del genere non deve ripetersi". E' stato il monito che il primo ministro britannico Boris Johnson ha rivolto al presidente russo Vladimir Putin a margine della conferenza di Berlino sulla Libia, con riferimento all'attacco chimico a Salisbury. Lo fa sapere Downing Street.
    Boris Johnson "ha messo in chiaro che non vi sono stati cambiamenti nella posizione del Regno Unito su Salisbury, dove c'è stato un uso spericolato di armi chimiche e un tentativo sfrontato di assassinare persone innocenti sul suolo britannico.
    Ha sottolineato che un attacco del genere non deve ripetersi", fa sapere Downing Street. "Il primo ministro ha affermato che non vi sarà normalizzazione dei nostri rapporti bilaterali fino a quando la Russia non porrà fine ad attività destabilizzanti che minacciano il Regno Unito e i nostri alleati e minano la sicurezza dei nostri cittadini e collettiva".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

20:25

Box office usa, sequel Bad Boys al top

Segue Dolittle, al terzo posto 1917

Chiudi  (ANSA)

(ANSA) - ROMA, 19 GEN - La Sony ha impiegato 17 anni, ma l'ultimo sequel di "Bad Boys" sembra dare i suoi frutti, incassando circa 59,2 milioni di dollari per l'inizio di un fine settimana di vacanza negli Stati Uniti, secondo quanto riportato dalla France Press. "Bad Boys for Life" vede protagonisti Will Smith e Martin Lawrence come investigatori saggi che si riuniscono dopo anni di distanza ("Bad Boys II" risale al 2003, otto anni dopo l'originale "Bad Boys") per affrontare un omicida cartello della droga a Miami . Le sue vendite di biglietti per il Nord America - stimate a 68,1 milioni di dollari quando sono incluse le vacanze nel giorno di Martin Luther King di lunedì - sono quasi due volte le previsioni originali, secondo Variety.com. Un'altra nuova uscita, la "Dolittle" della Universal, con Robert Downey Jr., si è classificata seconda con una stima di 22,5 milioni per il periodo da venerdì a domenica ($ 30 milioni per i quattro giorni). "Dolittle", basato su un amato libro per bambini su un veterinario in grado di parlare con gli animali, è finito nel mirino della critica. La presenza di Downey, estremamente popolare nei film di supereroi Marvel, e di un cast di voci stellari tra cui Emma Thompson, Ralph Fiennes, Antonio Banderas, Rami Malek, Octavia Spencer e Marion Cotillard, potrebbero aver contribuito a rafforzarne la fortuna.
    Al terzo posto il leader del box office dello scorso fine settimana, "1917", sempre Universal. Ha incassato 22,1 milioni nella vendita dei biglietti (27 milioni per quattro giorni).
    "Jumanji: The Next Level" di Sony è scivolato di un posto dall'ultimo fine settimana al quarto, guadagnando 9,6 milioni ($ 12,6 milioni). Il quinto posto è andato a "Star Wars: The Rise of Skywalker" della Disney a 8,4 milioni (10,6 milioni). A livello globale, il finale della Saga ha ormai superato il miliardo di dollari. A completare la top 10 sono stati: "Just Mercy" ( 6 milioni; $ 7,5 milioni per quattro giorni) "Piccole donne" (5,9 milioni; $ 7,4 milioni) "Knives Out" (4,3 milioni; $ 5,3 milioni) "Like a Boss" (3,8 milioni; $ 4,5 milioni) "Frozen II" ( 3,7 milioni; 5,1 milioni). (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

19:26

Remo Girone a Hollywood, premio nel nome di Ferrari

Los Angeles Italia, 7 febbraio, per Le Mans66 film da Oscar

Chiudi  (ANSA)

(ANSA) - NAPOLI, 19 GEN - Remo Girone, che ha impersonato Enzo Ferrari in 'Le Mans66-La grande sfida' di James Mangold (in corsa per l'Oscar nella categoria Miglior Film), sarà premiato, venerdì 7 febbraio al TCL Chinese Theatre di Hollywood, in occasione del "Nominees Gala" del 'Los Angeles, Italia Festival'.
    Ad annunciarlo è il premio Oscar Nick Vallelonga, presidente della 15ma edizione della manifestazione promossa dall'Istituto Capri nel Mondo, con il patrocinio del MAECI ed il sostegno del MIBACT in collaborazione con Intesa Sanpaolo. Accompagnato dalla moglie, l' attrice Victoria Zinny, Girone riceverà il premio 'L.A., Italia alla Carriera' e subito dopo raggiungerà i colleghi Matt Damon e Christian Bale e il regista del film (titolo originale 'Ford Vs. Ferrari') all'evento pre-Academy Awards organizzato dalla 20th Century Fox in onore del cast del kolossal da cento milioni di dollari, tra i maggiori successi della stagione. Girone e la Zinny si aggregano dunque alla delegazione italiana che parteciperà all' happening del cinema e dell'audiovisivo italiani a Hollywood promosso con la partecipazione di Rai Cinema, Rai Com, Rainbow, Medusa, Iervolino Erntertainment, Consolato Generale, Ice e l'Istituto di Cultura di Los Angeles.
    Già annunciata la presenza del premio Oscar Gabriele Salvatores, Francesca Archibugi, Elisa Amoroso con Chiara Ferragni, Franco Nero e Clementino. Si tratta di un appuntamento significativo per la comunità italoamericana sulla West Coast che quest'anno festeggerà, con una retrospettiva, gli 80 anni dell'attore Al Pacino, cosi come tutta italoamericana sarà agli Oscar la sfida diretta tra Quentin Tarantino (Once Upon a Time in Hollywood) e Martin Scorsese (The Irishman ).
    Tra gli altri artisti attesi a LA Italia 2020, i premi Oscar Nick Vallelonga (Green Book), Mira Sorvino (Mighty Aphrodite), Bobby Moresco (Crash), Barry Morrow (Rain Man) insieme con Diane Warren, Eli Roth, David O. Russell e Robert Davi. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

19:16

Attivisti climatici marciano verso Davos

Per far sentire la loro voce al World Economic Forum

Chiudi  (ANSA)

(ANSA) - GINEVRA, 19 GEN - Centinaia di attivisti per il clima di ogni età sono partiti dalla cittadina svizzera di Landquart, a circa 50 chilometri da Davos, per una marcia di tre giorni con l'obiettivo di far sentire la loro voce al 50/o World Economic Forum. Le autorità locali hanno autorizzato solo i primi due giorni di marcia, fino all'elegante stazione sciistica di Klosters, ma il gruppo si dice deciso ad arrivare il più vicino possibile alla sede del summit. "Eccoci con 700 persone in marcia verso Davos - ha detto l'eco-attivista keniota Njoki Njoroge Njehu - .È incredibile, è un'incredibile solidarietà per un Paese ricco, che non affronta il nostro tipo di problemi. Ma capiscono l'immoralità di Davos, l'immoralità di una classe miliardaria che si riunisce ogni anno per celebrare i suoi eccessi", ha aggiunto. Greta Thunberg non era a Landquart ma dovrebbe giungere a Davos e parlare al Forum dopo il presidente degli Stati Uniti Donald Trump.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA



18:49

Sciatore morto a Champoluc

Due feriti gravi dopo cadute a Cervinia e Courmayeur

Chiudi  (ANSA)

(ANSA) - AOSTA, 19 GEN - Uno sciatore di circa 60-70 anni, probabilmente straniero (inglese), è morto a Champoluc, nel comprensorio del Monterosa ski. Il corpo è stato trovato in zona Ciarcerio. Lo hanno individuato i 'pisteur' mentre facevano la consueta ricognizione alla chiusura delle piste. La vittima si trovava fuori pista, in mezzo al bosco: non è escluso che a provocare il decesso sia stato l'impatto contro un albero.
    Sempre oggi in Valle d'Aosta due sciatori hanno riportato gravi ferite in altrettanti incidenti sulle piste: il primo ha avuto come protagonista un tredicenne a Cervinia, il secondo una ventottenne milanese a Courmayeur. Entrambi sono ricoverati all'ospedale Parini di Aosta con prognosi riservata.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA



17:44

Tifoserie rivali, uomo investito muore

Supporter del Rionero di 33 anni. Tre del Melfi in Questura

Chiudi  (ANSA)

(ANSA) - POTENZA, 19 GEN - Un uomo di 33 anni - tifoso della Vultur Rionero (Eccellenza lucana) - è morto oggi investito da un'auto sulla quale viaggiavano alcuni tifosi del Melfi (Eccellenza lucana), nei pressi della stazione di Vaglio di Basilicata (Potenza). La Polizia sta indagando per stabilire le circostanze che hanno che hanno portato all'incidente e alla morte del tifoso, probabilmente frutto della rivalità tra le due tifoserie. Nell'incidente è rimasta ferita almeno un'altra persona, che è ricoverata all'ospedale San Carlo di Potenza.
    La Polizia ha rintracciato l'auto e tre tifosi del Melfi sono stati portati nella Questura del capoluogo lucano.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

17:23

Riccardo Muti a carcere minorile Nisida, emozioni in musica

Tra i minori detenuti con orchestrali della Chicago Symphony

Chiudi  (ANSA)

(ANSA) - NAPOLI, 19 GEN - "Avevo detto ai nostri ospiti che questa è la città del sole ma ieri pioveva. Ho parlato con il Signore, spiegandogli che avrei fatto una brutta figura...''. Ed è un angolo di paradiso Nisida, che ha accolto il maestro Riccardo Muti, accompagnato dai musicisti Jennifer Gunn, Charles Vernon e Gene Pokorny della sua Chicago Symphony orchestra, in visita ai ragazzi dell'Istituto penitenziario minorile napoletano. L'incontro ha preceduto di qualche ora il concerto del San Carlo, prima tappa italiana con la Chicago che dirige da dieci anni. "Volutamente ho portato qui gli strumenti estremi, il più piccolo e acuto e quello più grave, 'o gruoss e 'o piccirill'", scherza in napoletano il maestro presentando l'originale performance ai ragazzi raccolti sul Belvedere in una mattinata di sole.
    Si parte con 'Oculus non vidit' di Carlo Santino, per flauto, trombone e tuba, segue il Concerto in Do minore per due violini di Bach. Ad accogliere gli ospiti è stato il direttore Gianluca Guida. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA