A Firenze un capodoglio di tetrapak

Per rilanciare allarme su inquinamento mare. Dal 6/9 per un mese

(ANSA) - FIRENZE, 17 LUG - Sarà costruito con 2.220 cartoni usati di tetrapak per lanciare, si spiega, un grido di allarme per l'inquinamento da plastica sofferto dai mari. E' il capodoglio Giovanni di Edoardo Malagigi, installazione artistica che riprodurrà a grandezza naturale un cetaceo della lunghezza di 12 metri e sarà esposto per un mese, dal 6 settembre al 6 ottobre, all'Orto Botanico dell'Università di Firenze. L'opera, "forte segnale di denuncia e sensibilizzazione al rispetto dell'ambiente", rappresenta un capodoglio che vive realmente nel Santuario Pelagos, area marina protetta nel Mar Mediterraneo settentrionale. Per la sua realizzazione sono stati recuperati 2.220 cartoni di tetrapak usati, dai quali sono stati ricavati circa 4.500 elementi da assemblare per ricostruire la superficie esterna dell'animale. Il capodoglio Giovanni dopo l'esposizione si sposterà a Rimini per partecipare a Ecomondo, la fiera per l'innovazione industriale e tecnologica dell'economia circolare.
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai alla rubrica: Pianeta Camere