Appalti pubblici, ok di governo a clausola sociale

Cdm non impugna norma, via libera a nuova legge provinciale

(ANSA) - TRENTO, 27 DIC - Via libera dal Governo alla nuova legge provinciale che rafforza la clausola sociale negli appalti dei servizi pubblici, approvata alla fine di ottobre dal Consiglio provinciale di Trento.
    Lo comunica la Provincia di Trento precisando che il Consiglio dei ministri ha deciso di non impugnare, entro i termini previsti, la norma che integra l'articolo 32 della legge provinciale di recepimento delle direttive europee per il rafforzamento della tutela del lavoro negli appalti pubblici. Si introduce così - si legge in una nota - una "clausola sociale fortemente innovativa, che oltre alla tutela del posto di lavoro, prevede anche la conservazione, presso l'impresa che subentra, del trattamento economico già goduto e delle medesime condizioni rispetto all'anzianità e al monte ore". La legge nasce dalla considerazione che l'attuale normativa non risultava più sufficiente ad indirizzare la formazione degli atti di gara verso il fine della tutela dei lavoratori addetti ai servizi in appalto.
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Videonews Alto Adige-Südtirol

      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere



      Modifica consenso Cookie