Botte a madre per pensione, arrestato

Autorità giudiziaria revoca affidamento servizi sociali

Un 36enne di Città di Castello è stato arrestato dai carabinieri avere minacciato e colpito, con calci e pugni, l'anziana madre dalla quale - secondo l'accusa - pretendeva metodicamente quasi l'intera pensione. A suo carico l'autorità giudiziaria ha disposto la revoca dell'affidamento ai servizi sociali e la custodia in carcere.
    L'uomo - che viveva con la madre - è risultato con problemi di tossicodipendenza e altri di natura giudiziaria, sempre collegati al mondo della droga. In caso di diniego del denaro il 36enne - è emerso dagli accertamenti - era solito passare anche alle minacce e alle violenze che hanno fatto più di una volta cadere in terra l'anziana. L'ultimo episodio avvenuto, sebbene non denunciato dalla donna - secondo la ricostruzione dell'Arma - per "amore materno" come tutti gli altri fatti analoghi, non è sfuggito ai carabinieri di Città di Castello che lo hanno segnalato all'autorità giudiziaria. Quindi l'arresto.

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere