Sangemini, presidio davanti a prefettura

"Assenza dialogo con la proprietà, produzione avanti lentamente"

(ANSA) - TERNI, 26 FEB - Presidio di sindacati di categoria ed rsu della Sangemini, davanti alla prefettura di Terni, in occasione dell'incontro convocato dal prefetto Emilio Dario Sensi, su richiesta delle stesse organizzazioni sindacali, per valutare la situazione dello stabilimento delle acque minerali.
    Ad organizzare il sit in sono state le segreterie locali di Flai Cgil, Fai Cisl e Uila Uil, preoccupate per il futuro dei siti di San Gemini e Acquasparta, di fronte "all'assenza di dialogo, ormai da mesi, con la proprietà".
    I rappresentanti delle tre sigle hanno sottolineato che "l'attività produttiva va avanti molto lentamente a causa della mancanza di materie prime" e che "dalla prossima settimana mancheranno prospettive". "In fabbrica - hanno aggiunto - c'è un clima incandescente, i lavoratori hanno già dato tutto, anche attraverso la cassa integrazione, per avere un futuro accettabile e un rilancio, ma nulla di quanto promesso è avvenuto". Per questo viene ritenuta "fondamentale" la convocazione di un tavolo al ministero.
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie