Umbria
  1. ANSA.it
  2. Umbria
  3. Meloni, Regione scongiuri chiusura centro antiviolenza

Meloni, Regione scongiuri chiusura centro antiviolenza

Capogruppo Pd parla di "natura essenziale dei servizi"

(ANSA) - PERUGIA, 29 SET - "La Giunta regionale spieghi se e come intende intervenire per scongiurare la chiusura del Centro antiviolenza 'Doriana Bellini' di Perugia, considerata la natura essenziale e la continuità indispensabile dei servizi che eroga a tutela di donne e minori in pericolo": lo chiede, con una interrogazione a risposta immediata, il capogruppo regionale del Partito democratico Simona Meloni.
    "L'attività dei Centri antiviolenza sul territorio nazionale - sostiene l'esponente del Pd - è sottolineata dalla Convenzione di Istanbul del 2011, la quale prevede che gli Stati aderenti predispongano 'servizi specializzati di supporto immediato, nel breve e lungo periodo, per ogni vittima di un qualsiasi atto di violenza che rientra nel campo di applicazione della Convenzione'. L'intesa Stato, Regioni e Province Autonome siglata in Italia nel 2014 stabilisce che i Centri antiviolenza sono strutture in cui sono accolte a titolo gratuito le donne di tutte le età e i loro figli minorenni vittime di violenza, indipendentemente dal luogo di residenza. Le linee guida elaborate e diffuse dagli enti locali, regionali, nazionali e internazionali impongono a tutti i livelli istituzionali, di assicurare l'adozione di misure basate sui diritti umani e sulla sicurezza delle donne, su un approccio integrato che prenda in considerazione il rapporto tra vittime, autori, bambini e il loro più ampio contesto sociale e a garantire protezione e supporto, soddisfacendo i bisogni specifici delle persone vulnerabili, compresi i minori vittime di violenze e siano loro accessibili. Nel 2021 è stato sottoscritto il regolamento regionale firmato da Regione e Comuni che ha di fatto mandato in stallo totale il settore mettendo nuovamente a rischio la sopravvivenza dei Centri, tanto che a inizio luglio 2022 soltanto due Centri in tutta l'Umbria avevano ricevuto formale autorizzazione alla gestione dei servizi. In un contesto così delicato e complesso - conclude Meloni - i servizi offerti dai Centri antiviolenza regionali svolgono un ruolo fondamentale e la loro presenza di supporto e di aiuto rappresentano dei punti di riferimento importanti per le vittime di violenza e per i loro bambini". (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA



        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere


        Modifica consenso Cookie