Sci: Rinascimento Vda, beffa ma anche enorme danno

Girardini, si gioca con la pelle di migliaia di operatori

(ANSA) - AOSTA, 15 FEB - "L'annullamento dell'apertura degli impianti sciistici è stato non solo una beffa ma anche un enorme danno economico per costi già sostenuti". Lo sostiene Rinascimento Valle d'Aosta ribadendo che "lascia esterrefatti la modalità con cui il Governo, nella figura del Ministro Speranza, ha rettificato l'autorizzazione all'apertura degli impianti a fune e stazioni sciistiche, sospendendone l'effetto sino al 5 marzo, data alla quale presumibilmente verrà rifatta una valutazione".
    "Significa giocare con la pelle di migliaia di operatori - commenta Giovanni Girardini, presidente di Rinascimento - ovvero le società che gestiscono impianti di risalita, gli addetti delle stesse, i maestri di sci, gli operatori dell'indotto.
    Riteniamo che il nostro unico tramite con il Governo, ossia l'Amministrazione regionale, debba rivendicare in ogni sede politica e tecnica e con convinzione una giusta conoscenza delle nostre problematiche, onde non si continui a liquidare le stesse con la superficialità e incompetenza sinora dimostrate". (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere



      Modifica consenso Cookie