Covid: contagi a Aymavilles, al via campagna di screening

Sindaco, è prevenzione. Castelli, non vorremmo nuove zone rosse

A seguito di 13 casi di positività al coronavirus (sei le ordinanze firmate negli ultimi sette giorni) è stata lanciata una campagna di screening rivolta alla popolazione di Aymavilles da parte della protezione civile regionale e del dipartimento di Prevenzione dell'Usl.
    "Il Comune ha aderito alla campagna, nella consapevolezza che la prevenzione è fondamentale nell'affrontare questa pandemia. Le adesioni pervenute sono già numerose, per questo ringrazio la popolazione per la collaborazione e la disponibilità", commenta il sindaco, Loredana Petey.
    La campagna di screening, è "di natura preventiva" e "su base volontaria", si legge nell'avviso inviato alla popolazione. Il suo scopo è di "interrompere la catena dei contagi ed evitare così, nel caso fosse necessario, misure restrittive". I tamponi saranno eseguiti venerdì 5 e sabato 6 marzo presso la struttura del Drive-in, ad Aosta.
    "Non è una situazione di emergenza. E' un'attività di tipo preventivo, che abbiamo concordato - spiega il direttore sanitario dell'Usl, Maurizio Castelli - con il sindaco, perché noi non vorremmo mai più arrivare a mettere delle zone rosse con zone di interdizione. Per cui chiediamo la disponibilità su base volontaria a gruppi di popolazione affinché si possa fare la valutazione e si possa decidere se vale la pena fare degli interventi". L'attività preventiva "dovrà essere valutata non solo sui risultati ma anche sulle percentuale di adesione, perché comunque sono degli screening". 
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie