Cogne: violazione domicilio villa, assolta troupe televisiva

Negato risarcimento ad Annamaria Franzoni

   Giornalista e telecineoperatore assolti dall'accusa di violazione di domicilio e nessun risarcimento ad Annamaria Franzoni, parte civile con il marito Stefano Lorenzi. E' la sentenza del giudice monocratico del tribunale di Aosta Maurizio D'Abrusco al termine del processo di primo grado scaturito dalla denuncia della madre del piccolo Samuele per alcune riprese televisive effettuate nel cortile e sul balcone della villa di Cogne. La procura aveva chiesto la condanna a sei mesi di reclusione per ciascuno degli imputati (uno assolto con formula piena e l'altro per particolare tenuità del fatto).
    La vicenda nasce da un servizio di un'emittente nazionale del dicembre 2019. All'epoca la villa di Cogne era tornata alla ribalta perché l'avvocato Carlo Taormina, ex legale di Annamaria Franzoni, ne aveva chiesto il pignoramento.

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere



      Modifica consenso Cookie