'Ritratto di donna', il sogno di Oppi

A Vicenza rassegna del pittore protagonista degli anni Venti

(ANSA) - VICENZA, 5 DIC - "Ritratto di donna. Il sogno degli anni Venti e lo sguardo di Ubaldo Oppi" è l'evento che registra il ritorno delle grandi mostre nella Basilica Palladiana di Vicenza. La rassegna, presentata oggi e aperta al pubblico da domani al 13 aprile 2020, presenta un modello espositivo originale e inconsueto del pittore (Bologna 1889-Vicenza 1942), protagonista della vita culturale e mondana degli Anni Venti.
    Cresciuto a Vicenza ma formatosi fra Vienna, Parigi e Venezia, Oppi venne scoperto a Milano da Margherita Sarfatti e Ugo Ojetti che promuovevano all'epoca un'arte nuova, all'insegna di una 'classicità moderna', che prenderà forma anche nel Realismo Magico di cui diventerà l'esponente più rappresentativo.
    Ma non solo Ubaldo Oppi in mostra nella città del Palladio: Klimt, Picasso, Modigliani, Sironi e Casorati furono altri artisti entrati in contatto con l'artista, di cui in mostra si possono ammirare le opere, nella narrazione di un'epoca controversa.
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere



      Modifica consenso Cookie