Un’interpretazione contemporanea: il cibo per Alessandro Tamponi

Nuoro - Mostra

Una riflessione moderna sul cibo e sui rituali che lo contraddistinguono. Un confronto tra l’approccio contemporaneo all’alimentazione e quello che viene identificato come tradizionale e antico. Dal 5 agosto 2017, nelle sale del Museo Archeologico Nazionale “G. Asproni” di Nuoro, il Polo Museale della Sardegna ospita  la personale di pittura contemporanea dal titolo  “Un'interpretazione contemporanea: il cibo per Alessandro Tamponi”.
La mostra tematica del pittore ripercorre alcuni dei motivi della gastronomia sarda tradizionale e li esprime con una tecnica moderna, l’acrilico, attraverso accostamenti cromatici che consentono la lettura di un certo sarcasmo di fondo nei confronti della quotidianità. L’obiettivo è quello di suscitare un confronto tra l’alimentazione tradizionale contemporanea e quella di un lontano passato, rilevata dalle ricerche archeologiche.  Le opere del cinquantunenne artista nuorese  raccontano una Sardegna tradizionale e allo stesso tempo attuale. Gli attori principali dei suoi dipinti sono le persone rappresentate con l'abbigliamento tipico. Gli uomini con berritta e cambales, le donne con scialle e fazzoletto, impegnate in attività di tipo quotidiano, come bere, mangiare, spostarsi. Alessandro Tamponi ha esposto i suoi quadri alla Agora Gallery di New York, a Londra, in Svezia, in Russia, in Svizzera, in Canada e in Nuova Zelanda. La mostra sarà visitabile fino al 24 settembre 2017.
L’evento rientra nel calendario delle manifestazioni previste per Musei di Storie sul tema Cibo.




Via Manno, 1, Nuoro

+39.078431688

pm-sar.museoarcheo.nuoro@beniculturali.it

Modifica consenso Cookie