Chiesa di Santa Maria Maggiore

Trento - Edificio di culto

Edificata per volontà del Principe-Vescovo Bernardo Clesio ospitò la terza sessione del Concilio di Trento e fu costruita da Antonio Medaglia. In epoca romana l’area in cui ora sorge l'attuale Chiesa ospitava edifici pubblici, forse un complesso termale. La Chiesa rinascimentale, iniziata nel 1520, è costruita in pietra bianca e rossa. La facciata principale presenta un ingresso archivoltato in stile rinascimentale dove si apre il portale, sormontato da una lunetta che raffigura l'Annunciazione. L'interno è ad aula unica, con una serie di cappelle che ospitano altari di marmo in stile barocco. Significativi i dipinti che si possono ammirare sulla volta, raffiguranti momenti del Concilio e i principali protagonisti della Controriforma. La cantoria occupa la parte settentrionale del presbiterio ed è costituita da una grande tribuna con bassorilievi, sostenuta da quattro mensole finemente lavorate. Il campanile, con i suoi 53 metri, è il più alto della città, costruito in calcare bianco con due ordini di trifore romaniche e una cupola poligonale.



Punto San M. Maggiore, 7, Trento

Modifica consenso Cookie