Pnrr: Cingolani, 'entro agosto partiranno i primi bandi'

Sull'energia pulita no a compromessi al ribasso

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 28 LUG - Dopo il G20 di Napoli in cui i grandi Paesi industriali si sono impegnati nella transizione verso economie più sostenibili, il ministro per la Transizione ecologica, Roberto Cingolani, fa il punto sull'Italia. "Entro agosto partiranno i primi bandi" del Pnrr, ha detto in un'intervista al Corriere della sera. Un piano "che per quello che ci compete vale 60 miliardi. Ed è stato giudicato eccellente dall'Europa".

Riguardo agli altri obiettivi raggiunti dalla sua squadra negli ultimi cinque mesi, Cingolani ha ricordato la creazione del suo ministero. "Abbiamo integrato le competenze dell'energia che prima non c'erano. Ci sono tre nuove direzioni generali, guidate da tre donne, e non è un caso. Assumeremo oltre 150 tecnici per valutare e far partire i bandi. Ma soprattutto, e sempre in questi cinque mesi, abbiamo fatto il decreto semplificazioni". A proposito di quest'ultimo, il ministro precisa: "Sta a noi farlo funzionare. Eliminare quelle strozzature ci permetterà di installare 8 Gigawatt da fonti rinnovabili all'anno per i prossimi 9 anni. È come se otto città all'anno venissero alimentate da energia da fonti rinnovabili".

Sempre in merito all'energia pulita e alla mobilità, "non si tratta di fare compromessi al ribasso, sia chiaro - afferma il ministro -. Ma in Italia ci sono 12 milioni di auto altamente inquinanti. Intanto possiamo pensare a sostituire quelle. Anche con aiuti, con incentivi per l'acquisto di auto meno inquinanti".

Tornando al G20, "Cina, Russia e Brasile coerentemente hanno detto che garantiscono di rispettare gli impegni di Parigi" sulla riduzione dei gas serra, ha sottolineato Cingolani. Per il ministro si tratta di "un risultato che nessuno si sarebbe aspettato solo qualche settimana fa". (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie