L'Ue lancia la sfida delle alghe 'multifunzionali'

Un settore a basse emissioni e con grandi potenzialità

Redazione ANSA BRUXELLES
(ANSA) - BRUXELLES, 15 NOV - Sfruttare appieno il settore delle alghe per l'economia a basse emissioni e la creazione di nuovi posti di lavoro. E' l'obiettivo della Commissione europea, che oggi ha proposto 23 azioni per lo sviluppo del settore delle alghe. Le applicazioni delle alghe coprono una gran quantità di settori, dall'alimentazione ai mangimi, dai concimi agli imballaggi, dalla cosmetica alle bioplastiche, fino all'energia e alle soluzioni per la depurazione delle acque.

Stime dell'industria prevedono una crescita del settore fino a 9 miliardi nel 2030, con la creazione di 85mila posti di lavoro e una riduzione di emissioni equivalente a 5,4 milioni di tonnellate di CO2 l'anno. Tra le altre iniziative, la Commissione proporrà meccanismi di stimolo del mercato per sostenere il trasferimento di tecnologia, il finanziamento di progetti pilota per il riorientamento professionale e il sostegno alle Pmi e progetti innovativi nel settore delle alghe.

(ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA