Con i proverbi a scuola si insegna il riciclo dell'acciaio

Premiati i vincitori del progetto Ambarabà Ricicloclò di Ricrea

Redazione ANSA

“Testa giusta e mani brave, la latta diventa trave”: così recita il proverbio ideato dalla classe III A della Scuola primaria Monaldi dell’Istituto Comprensivo Da Vinci-Ungaretti di Fermo, vincitrice del progetto di educazione ambientale "Ambarabà Ricicloclò", rivolto alle classi primarie e promossa da Ricrea, il Consorzio Nazionale senza scopo di lucro per il Recupero e il Riciclo degli Imballaggi in Acciaio con il patrocinio del ministero dell’Ambiente, basata quest’anno sull’ideazione di brevi “pillole di saggezza”. Il progetto, ideato e realizzato insieme al mensile italiano di informazione sui libri per ragazzi e la cultura dell’infanzia Andersen, è giunto alla ottava edizione, e quest’anno per la prima volta ha coinvolto anche le scuole italiane all’estero grazie alla collaborazione con la Direzione Generale per la promozione del sistema Paese del ministero degli Affari Esteri. “Per promuovere la cultura del riciclo è fondamentale coinvolgere la scuola: insegnare alle nuove generazioni il valore della raccolta differenziata è un’azione prioritaria” commenta Roccandrea Iascone, responsabile comunicazione di Ricrea precisando che viene "spiegato in modo efficace e divertente che gli imballaggi in acciaio si riciclano al 100% e all’infinito, per rinascere sotto nuove forme. Scatolette, barattoli, bombolette, latte, fusti e tappi corona sono una risorsa, e dopo l’utilizzo è quindi importante conferirli correttamente nel contenitore destinato alla raccolta dei metalli”. All’estero sono state premiate ex aequo tre scuole: la classe III dell’Istituto Italiano Statale Comprensivo di Atene (Grecia) con il proverbio “Una lattina riciclata al giorno toglie la spazzatura di torno”, la classe V B della scuola Italiana di Montevideo (Uruguay) con il proverbio “La curiosità di un bambino è infinita come l’acciaio” e la classe V A della scuola d’Italia G. Marconi di New York (USA) con il proverbio “Meglio riciclare all’infinito che finire ‘irriciclati’”. In sede di giuria è stata anche assegnata una menzione speciale all’Istituto Italiano Statale omnicomprensivo di Addis Abeba, per il lavoro complessivo svolto dalle insegnanti e dalle classi.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie