Bmw Serie 4 Gran Coupé: quando il comfort si abbina a sportività

La prova della versione 430i, potente e dinamica quanto basta

Giannantonio Pettinelli ROMA

Chi non vorrebbe un coupé con assetto ribassato, tenuta di strada da vera auto sportiva, prestazioni esaltanti e al tempo stesso il confort di una berlina e una capacità di carico quasi di una familiare? Ci hanno pensato in casa Bmw con la nuova Serie 4 Gran Coupé. Lunga 4,783 metri (2 centimetri in più rispetto alla coupé), larga 1,85 metri, alta 1,42 metri (+4), con un passo di 2,85 metri, la nuova coupé quattro porte ha un bagagliaio con un portellone automatico davvero ampio che offre 470 litri di spazio che può essere ampliato fino a 1.290 litri reclinando tutte le sezioni dello schienale posteriore (40:20:40). Il passo di 2.856 millimetri è 46 millimetri più lungo di quello precedente e 5 millimetri in più di quello della Serie 3 Berlina. Questa specifica progettazione della carrozzeria si traduce in spazi interni più ampi, soprattutto nella zona posteriore che può ospitare comodamente due persone anche di statura elevata.
   

Tutte queste caratteristiche le abbiamo potute apprezzare provando la versione 430i Gran Coupé equipaggiata con un nuovo motore a benzina quattro cilindri con sistema mild hybrid da 48 Volt che sviluppa 180 kW/245 CV ed è dotato di collettore di scarico integrato nella testa del cilindro per ridurre ulteriormente le emissioni (consumo di carburante combinato: 7,6 - 6,8 l/100 km (37,2 - 41,5 mpg imp) nel WLTP; emissioni di CO2 combinate: 173 - 156 g/km in WLTP). Il cambio, invece, è il collaudato Steptronic a otto rapporti.
    Le caratteristiche sportive della nuova Bmw Serie 4 Gran Coupé sono abbinate ad un baricentro basso e a una distribuzione dei pesi quasi 50:50. Un mix intelligente di materiali è stato impiegato per ottimizzare il peso della carrozzeria e la tecnologia del telaio. E i montanti della carrozzeria su misura nella parte anteriore e nell'area dell'asse posteriore conferiscono all'auto agilità e precisione di guida. Linee precise, portiere con finestrini senza cornice, maniglie incassate e spalle possenti modellano la silhouette elegantemente sportiva della nuova BMW Serie 4 Gran Coupé, mentre la linea del tetto culmina in un pronunciato spoiler sul portellone posteriore.
    Silenziosità, morbidezza e comodità accolgono il guidatore e lo mettono a proprio agio fin dai primi chilometri e anche in autostrada si viaggia senza rumori con un filo di gas, assistiti dai numerosi sistemi di assistenza alla guida. La Serie 4 Gran Coupé, insomma, gioca a fare la berlina, ma nella guida più disinvolta si lascia guidare con piglio decisamente allegro.
    L'interno della nuova Serie 4 Gran Coupé è dominato dal disegno della console centrale che ospita un pannello di controllo dove sono riuniti il pulsante Start/Stop, il Bmw Controller, il Driving Esperience Control, il freno di stazionamento elettromeccanico e il selettore del cambio. Per la nuova Bmw Serie 4 Gran Coupé sono disponibili di serie o come optional circa 40 funzionalità di assistenza che consentono una guida e un parcheggio confortevoli e sicuri. I punti salienti comprendono l'Active Cruise Control con Speed Limit Assist automatico, il monitoraggio del percorso e il riconoscimento dei semafori (in Germania), oltre allo Steering and Lane Control Assistant. La dotazione standard comprende il sistema anticollisione frontale, lo Speed Limit Info, Lane Departure Warning, Park Distance Control, Reversing Assist Camera e il Parking Assistant con Reversing Assistant. Il Parking Assistant Plus con Surround View e Remote 3D View è disponibile come optional. Il Bmw Live Cockpit Plus di serie comprende il sistema operativo iDrive con display di controllo da 8,8 pollici e un display a colori da 5,1 pollici nel quadro strumenti. L'optional Bmw Live Cockpit Professional presenta un raggruppamento di schermi completamente digitale che comprende un quadro strumenti ad alta risoluzione con una diagonale di 12,3 pollici dietro il volante e un display di controllo da 10,25 pollici. Con l'integrazione dello smartphone di serie, i clienti possono utilizzare Apple CarPlay e Android Auto attraverso il sistema operativo dell'auto. E i Remote Software Upgrades migliorano le funzioni del veicolo e i servizi digitali aggiuntivi da installare nel veicolo da remoto (over-the-air). Al posto di guida troviamo un ampio head-up display con tutte le principali funzioni.
    Durante la nostra prova il motore si è fatto trovare sempre pronto: a qualsiasi andatura e con qualsiasi marcia inserita la ripresa è sempre buona, ma non esagerata, con un allungo consistente. Anche i consumi sono risultati più che soddisfacenti: in città si fanno circa 12 km/l. Lungo le strade extraurbane abbiamo mantenuto un consumo di circa 13,5 km/l mentre in autostrada abbiamo percorso circa 15 km con un litro.
    

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie