Porsche Cayenne Turbo presto in versione super-suv anti Urus

Walter Röhrl, 'un grande balzo in avanti rispetto al passato'

Redazione ANSA ROMA

Porsche non rinuncia a ribadire la sua leadership nel modelli sportivi e dopo le ultime (ed entusiasmanti) evoluzioni della iconica 911, si appresta a riconquistare il podio nel mondo dei super-suv con una inedita versione della Cayenne. Questa variante ad alte prestazioni - che punta tra l'altro a detronizzare il 'parente stretto' Lamborghini Urus - si posizionerà sopra alla Turbo S E-hybrid ed utilizzerà una uova variante del V8 biturbo 4.0 litri di Porsche analogo a quello del rivale di Sant'Agata Bolognese e comunque in versione potenziata rispetto a quello già montato dalla Panamera Turbo S.
    Le informazioni che arrivano dalla Germania parlano di molte importanti modifiche tra cui un nuovo sistema di scarico in titanio - con uscita centrale nel paraurti posteriore come nella Cayenne GTS - e versione volute della trasmissione automatica a otto velocità e del sistema di trazione integrale.
    Il risultato dovrebbe essere un tempo di soli 3,4 secondi per scattare da 0 a 100 km, cioè 0,2 secondi più veloce di Lamborghini Urus e Cayenne Turbo S E-hybrid. La stessa Porsche ha confermato l'esistenza di questo progetto - che potrebbe debuttare entro fine anno - facendo 'raccontare' le esperienze di collaudo di un prototipo al due volte campione del mondo rally (e ambasciatore del marchio Porsche) Walter Röhrl. Dopo numerosi giri di prova al volante del suv ad alte prestazioni sul circuito di Hockenheim, il pilota ha descritto la nuova Cayenne come un "grande balzo in avanti rispetto a tutto ciò che è esisteva prima" aggiungendo che "questa vettura ridefinisce il significato del termine suv".
    Con il nuovo modello - si legge nella nota dell'azienda - che è attualmente in fase di test finale e ottimizzazione come parte dello sviluppo fino alla produzione in serie, Porsche mira a sottolineare ancora una volta il suo obiettivo di fornire le migliori prestazioni della categoria senza trascurare il confort di guida e la possibilità di usarlo quotidianamente.
    Si basa sull'attuale Cayenne Turbo Coupé, ma è stato progettato e sviluppato in modo ancora più risoluto per fornire il massimo in termini di dinamica longitudinale e laterale.
    Oltre a una serie di altri miglioramenti per tutti i sistemi di controllo e telaio, il sistema di stabilizzazione attiva del rollio Porsche Dynamic Chassis Control (PDCC) contribuisce in modo determinante alla stabilità del nuovo modello Cayenne.
    "Il PDCC mantiene sempre il corpo equilibrato e livellato anche durante le curve molto energiche" spiega il collaudatore Porsche Lars Kern che ha accompagnato lo sviluppo del modello ad alte prestazioni sin dall'inizio. La sua maneggevolezza è migliorata anche dalla presenza di un avantreno completamente rinnovato. "Rispetto alla Cayenne Turbo Coupé - afferma Kern - i cerchi anteriori sono ora più larghi di mezzo pollice e il camber negativo è stato aumentato di 0,45 gradi per fornire un'area di contatto più ampia per i pneumatici sportivi da 22 pollici sviluppati appositamente per questo modello".
    Dopo i test drive a Hockenheim Walter Röhrl ha commentato "L'auto rimane incredibilmente stabile anche nelle curve veloci e la sterzata è estremamente precisa. Più che mai, si ha la sensazione di essere seduti su un'auto sportiva compatta piuttosto che su un grande suv".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie